Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Damnation: l'inferno della classe operaia statunitense

di Maddalena Celano

Quando sono finalmente emersa, dalla nebbia magica del serial spagnolo de la Casa de Papel, notai un trailer che mi ero persa: USA's Damnation, un film che si svolge negli anni '30, basato su eventi storici reali, sulla lotta di classe, sulla guerra tra ricchi contro poveri e tra fratello contro fratello. Essendo argomenti rilevanti, per i miei interessi, desidero riportarli anche alla vostra attenzione.

Il protagonista principale della serie è un predicatore, un pastore protestante di provincia (Killian Scott), che è davvero un rivoluzionario determinato a unire i lavoratori contro i loro padroni corrotti. Dalla parte dei padroni c'è un crumiro professionista (Logan Marshall-Green), che non si fa scrupoli di usare la violenza per raggiungere i suoi scopi.

Critica e analisi filmica

USA's Damnation è una saga epica sulla storia segreta del cuore dell'America degli anni '30, incentrata sul conflitto mitico e sulla sanguinosa lotta tra padroni e oppressi, tra Dio e avidità, tra ciarlatani e profeti. La puntata pilota introduce Seth Davenport (Killian Scott, “71”), un predicatore protestante (e sua moglie, Amelia, una giornalista "clandestina") di una piccola cittadina dell'Iowa con la speranza di iniziare una vera e propria insurrezione contro lo status quo. Concentrato sulla sua missione, non sa che un magnate industriale ha ingaggiato un crumiro professionista di nome Creeley Turner (Logan Marshall-Green, "Quarry") per fermare la rivolta, con ogni mezzo necessario. Ma all'insaputa di coloro che li circondano, questi due uomini condividono già un sanguinoso passato segreto.

La cornice della serie è lo sciopero contadino in una piccola città dell'Iowa negli anni '30, e i due uomini - il predicatore attivista Seth Davenport (Killian Scott) e il mercenario Creeley Turner (Logan Marshall-Green) – si trovano ai lati opposti della barricata. Ciononostante il creatore Tony Tost (Longmire), usando il contesto intenso e violento della Grande Depressione, in realtà commenta lo stato attuale del conflitto di classe negli Stati Uniti e su come i ricchi e i potenti, in ogni epoca, siano inclini a fare tutto il necessario per conservare i propri privilegi. Damnation insiste nel mostrare come i conflitti del nostro lontano passato, riecheggino vividamente nel nostro presente. Vi sono cadaveri scomodi di cui sbarazzarsi, fratelli che si scontrano tra loro, montaggi elaborati accompagnati da monologhi tematicamente risonanti.

Scott porta il suo carisma al ruolo, anche se il suo accento irlandese nativo tende a emergere ogni volta che Seth diventa troppo pieno di rettitudine e rabbia contro i banchieri e i suprematisti bianchi, che stanno lavorando per tenere a bada molti uomini e donne rispettabili e laboriosi. Nonostante la critica sia stata, tutto sommato, positiva e nonostante il profondo interesse storico e culturale del film, il 25 gennaio 2018, si annunciò che la serie sarebbe stata cancellata, dopo la prima stagione. Il genere del serial è piuttosto innovativo, si tratta una sorta di western a carattere storico e drammatico. Non si tratta di un classico western, ma neanche di un classico film drammatico. La prima stagione di “Damnation”, composta da 10 episodi, è stata presentata, in anteprima, il 7 novembre 2017, ricevendo recensioni abbastanza positive da critici televisivi e spettatori. Mentre molti speravano che lo show sarebbe tornato per una seconda stagione, è stato confermato che ‘Damnation’ è stato cancellato e non tornerà più.

Le recensioni della critica statunitense sono state tutte positive o miste, ma ciò non ha impedito che la serie venisse presto chiusa e oscurata negli USA (come altrove). Si suppone sia accaduto per ragioni “ideologiche”: nel film si parla espressamente non solo di “lotte operaie”, ma anche di “marxismo” e “comunismo”. La ricostruzione della storia e del periodo storico è piuttosto dettagliata. Come donna e come socialista, sono rimasta molto colpita dalla ricostruzione dei personaggi femminili, personaggi molto forti, con una psiche molto complessa e con ideali estremamente solidi. Donne disposte a tutto, per essi. Gli uomini dominano la storia ma solo a causa dell’epoca, del periodo storico ricostruito. Tuttavia, nell’economia dell’intera narrazione, sono le donne a risultare soggetti molto più complessi e originali. Damnation rivela un mondo e un periodo storico che la TV non ha mai esplorato a fondo ed è chiaro che tutti i soggetti coinvolti (ma soprattutto il creatore Tony Tost) hanno effettuato lunghe ricerche e lunghi studi per ricostruire la dimenticata, e ostracizzata, storia del movimento operaio statunitense.

Damnation ha effettivamente mantenuto la sua promessa di indagare e denunciare la corruzione del capitalismo, il razzismo e l’abisso delle abiezioni morali che esso genera. Alcuni critici hanno descritto Damnation come 1/3 di Clint Eastwood, 1/3 di John Steinbeck e un 1/3 di James Ellroy. Cioè vi troviamo alcuni personaggi che normalmente si trovano in un western duro, ma qui si inseriscono in una storia polposa, in una narrativa “gialla” e “investigativa” che si vede, normalmente, nei romanzi di Ellroy. Gli eventi dello spettacolo ricordano da vicino la campagna storica della Farmers ‘Holiday Association che avviò gli scioperi degli agricoltori nella contea di Plymouth, Iowa, negli anni ‘30. Non sorprende, quindi, che lo spettacolo sia stato elogiato da alcuni critici televisivi per la sua drammatizzazione della storia. In un certo senso, quella ricchezza di contesto storico è il suo fascino. Damnation estrae piacevolmente le strane note a piè di pagina della storia della classe operaia americana: le tattiche politiche usate dagli scioperanti – e la brutalità con cui vengono repressi.

Trama

La serie, ambientata nel 1931, tra le lotte sindacali americane durante la Grande Depressione, ha come protagonista principale Seth Davenport e sua moglie, Amelia. Seth è un pastore protestante, con un passato misterioso e violento, che raduna i cittadini per opporsi agli avidi industriali, alla corruzione della banca locale, alla corruzione del dipartimento dello sceriffo e della stampa. Mentre Amelia, sua moglie, è un’intellettuale, una giornalista che aizza gli scioperi contadini e operai, attraverso la stampa clandestina. Alla coppia rivoluzionaria, vi si oppone Creeley Turner, un ex detenuto, che lavora per la Pinkerton National Detective Agency, assunto da un ricco industriale per fermare, con tutti i mezzi, lo sciopero di Davenport. Né i cittadini né gli industriali sanno che Seth e Creeley sono, in realtà, due fratelli che si sono separati a causa di gravi tensioni familiari e personali.

Uno sciopero di contadini locali, guidato dal predicatore Seth Davenport (e sua moglie, Amelia), a Holden, Iowa, diventa una polveriera quando il crumiro Creeley Turner spara a sangue freddo uno dei capi del movimento contadino, Sam Riley. Inoltre, tre teppisti di Chicago, sempre per fermare lo sciopero, cercano di uccidere il predicatore Seth e sua moglie Amelia. In Kentucky, una detective dell’Agenzia (investigativa) William Burns, di nome Connie Nunn, è a caccia del predicatore Seth, che crede abbia ucciso suo marito. Il crumiro, Creeley, si presenta al bordello locale e assume la prostituta Bessie, come sua segretaria, dato che non è analfabeta e che nessuno si preoccupa dell’incolumità di una prostituta (nel caso venisse assassinata). Creeley, quindi, uccide un secondo contadino in sciopero e incastra il figlio di Sam Riley (uno dei leader degli scioperanti), Sam Jr. Quando Sam Jr. viene arrestato durante la veglia funebre di suo padre, Seth decide di confrontarsi con Creeley e così apprendiamo che i due uomini sono, in realtà, due fratelli litigiosi. Seth decide di inviare un messaggio alla città, a Creeley e al banchiere locale della città, e a Calvin Rumple in particolare; decidendo di crocifiggere il corpo di Sam Riley davanti all’edificio Savings and Trust in città, con un cartello che riporta la scritta “Da che parte stai?” appeso al collo. Creeley indaga su come sia la vita di suo fratello ora. Il giornalista del Cub DL Sullivan raccoglie le opinioni dei cittadini sugli scioperi, mentre un gruppo di vigilanti antisindacali, Black Legion, fa un’apparizione in chiesa e spara ai parrocchiani scioperanti, come ritorsione e minaccia anti-operaia.

Bessie paga l’editore del giornale locale, chiedendogli di non pubblicare nulla sulla morte o sulla crocifissione di Sam Riley e inizia a raccogliere informazioni sugli scioperi in tutto il paese. Nelle vicinanze di Des Moines, il banchiere corrotto Calvin Rumple incontra il misterioso Martin Eggers Hyde, uomo con un Ph.D., che ha incaricato Creeley di fermare lo sciopero dei contadini. Hyde, come ritorsione, ordina di iniziare a mettere all’asta le fattorie dei contadini in sciopero, per i migliori offerenti, con l’intento di ridurli in miseria. Connie Nunn continua la sua ricerca di Seth mentre sabota gli scioperi dei minatori ad Harlan, nel Kentucky. Uccide un leader sindacale, rendendo orfana la sua giovane figlia Brittany. Seth organizza una marcia di protesta con i contadini e dà la caccia a uno dei membri della Legione Nera, ma si astiene dall’ucciderlo quando vede una croce formata dalla luce sul pavimento. Presto viene rivelato che la prostituta Bessie è la figlia illegittima dello sceriffo. Amelia incontra Creeley quando irrompe in casa sua e la avverte di lasciare Seth e portare la sua causa altrove. La lascia con una fotografia di un Seth più giovane con una misteriosa giovane donna. Amelia interroga Seth sul suo passato, ma Seth è evasivo. Calvin Rumple ha iniziato a mettere all’asta le fattorie dei contadini, inclusa la fattoria del defunto leader dello sciopero Sam Riley. Creeley e Bessie, come una fiorente coppia interrazziale, attirano l’attenzione della razzista Legione Nera che tende loro un’imboscata e prende in ostaggio Creeley. Amelia escogita un complotto per salvare la fattoria dei Riley; dipingere le scatole di sigari come se fossero bibbie e nascondervi armi. La Legione Nera lega Creeley con un cappio al collo, in un capannone, e gli intima di lasciare la città con Bessie. In Ohio, apprendiamo che Connie Nunn ha accolto Brittany, la figlia orfana del leader dello sciopero dei minatori del Kentucky, e la sta preparando a diventare sua figlia e protetta. Connie informa Brittany che suo marito, Leonard, è stato legato in un’auto in fiamme in Arkansas e lasciato morire. Bessie rintraccia Creeley e chiede a suo padre, lo sceriffo Berryman, di salvare Creeley dalla Legione Nera. Seth, Amelia e i contadini portano le loro bibbie false all’asta della fattoria di Riley e minacciano (con le armi nascoste) il banditore e i potenziali acquirenti, permettendo a Martha Riley di riacquistare la sua fattoria per un centesimo. Seth dice ad Amelia che la giovane donna nella fotografia è Cynthia Jo Rainey e che Creeley ha causato la sua morte. Connie Nunn arriva a Detroit, dove Earl Donahue sta guidando uno sciopero dei lavoratori dell’auto.

Continua … (ma è meglio evitare qualsiasi spoiler)

Sfondo Storico

L’ intero film si basa su eventi realmente accaduti, ma ricostruiti in maniera poetica e romanzata. La campagna dell’Associazione Farmers’ Holiday che organizzò uno sciopero agricolo, nei primi anni ’30, è l’evento storico su cui si basa la storia. La localizzazione dell’Iowa, nella serie, si basa sulla contea di Plymouth, Iowa. Durante questo periodo, lo sciopero e gli eventi correlati nel capoluogo della contea di Le Mars, Iowa, e nelle aree rurali della contea, iniziarono all’inizio di maggio 1932. Questo fu anche il periodo in cui l’asta al centesimo divenne una tattica comune, tra gli agricoltori, per non perdere le loro proprietà (che venivano puntualmente sequestrate da avidi banchieri, come ritorsione). Uno sciopero dei minatori di carbone si verificò, nello stesso periodo, in Kentucky, noto come la guerra della contea di Harlan o Bloody Harlan, che è la base della trama della serie. Lo sceriffo JH Blair e Florence Reece sono personaggi storici realmente esistiti. La canzone folk di Reece “Which Side Are You On?” (eseguita nel secondo episodio) è ispirata dalle azioni dello sceriffo Blair, durante la guerra della contea di Harlan. La Pinkerton Detective Agency, che impiega Creeley Turner, e la William J. Burns International Detective Agency, che impiega Connie Nunn, sono vere agenzie investigative che si sono concentrate per il fallimento degli scioperi negli anni ’30. Il malvagio gruppo della Legione Nera, in Damnation, si basa sull’omonimo gruppo paramilitare fascista militante degli anni ’30. La Legione Nera terrorizzava le minoranze etniche, politiche e religiose in tutto il Midwest, prendendo di mira in particolare i sindacati e i lavoratori in sciopero.

Produzione e principali attori protagonisti

Dai produttori esecutivi Tony Tost ("Longmire"), James Mangold ("Logan"),e Guymon Casady ("Game of Thrones") e Daniel Rappaport ("Office Space") per conto di Entertainment 360, il serial è stato scritto e creato da Tost e diretto e prodotto da David MacKenzie (nominato all'Oscar con "Hell or High Water"). Universal Cable Productions ha co-prodotto la serie con Netflix che ha acquisito tutti i diritti di prima visione della serie, al di fuori degli Stati Uniti.

Killian Scott, nei panni di Seth Davenport, è un enigmatico predicatore con un passato misterioso, che è dietro all’organizzazione degli scioperi nella contea di Holden.

Logan Marshall-Green come Creeley Turner, il fratello maggiore di Seth è un detective di Pinkerton.

Sarah Jones, come Amelia Davenport, è la moglie politicamente e radicale di Seth, che scrive sermoni e articoli incendiari sotto lo pseudonimo di “Dr. Samuel T. Hopkins”.

Chasten Harmon nei panni di Bessie Louvin, è una prostituta afroamericana del bordello locale, colta e astuta, assunta da Creeley come sua segretaria.

Christopher Heyerdahl, nei panni di Don Berryman, è l’amorale sceriffo locale di Holden, che gestisce il postribolo, le operazioni di contrabbando e gioco d’azzardo della città.

Melinda Page Hamilton nei panni di Connie Nunn, è un’agente segreto con sangue freddo e omicida dell’agenzia investigativa internazionale William J. Burns, che crede che Seth Davenport abbia ucciso suo marito durante uno sciopero.

Joe Adler come DL Sullivan, è un giornalista del quotidiano locale della città, che coltiva ambizioni letterarie.

Paul Rae come Melvin Stubbs, è un distributore di cibo locale che sta conducendo una campagna contro Don Berryman nelle elezioni per lo sceriffo locale.

Phillipa Domville come Martha Riley, la moglie di Sam Riley, è il defunto leader dello sciopero degli agricoltori.

David Haysom, nel ruolo del vice Raymond Berryman, è il nipote stupido e talvolta brutale dello sceriffo Don Berryman.

Dan Donohue è Calvin Rumple, è un banchiere locale corrotto che fissa i prezzi del cibo nella contea.

Tom Butler come Burt Babbage, l’editore del giornale locale, è colui che si rifiuta di raccontare e riportare lo sciopero degli agricoltori.

Juan Javier Cardenas come Lew Nez, è un amico d’infanzia di Seth e Creeley, che è ricercato per rapina in banca.

Arnold Pinnock, come Victor, è un allevatore afroamericano e veterano militare.

 

 

 

 

Ultima modifica ilSabato, 04 Dicembre 2021 09:09
Devi effettuare il login per inviare commenti