Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Cultura

La peste emotiva

di Maddalena Celano

Nel 1933, lo psicoanalista austriaco, Wilhelm Reich, pubblicò l'opera “Psicologia di massa del fascismo”, una data che coincide con l'ascesa di Adolfo Hitler al potere. Il lavoro di riferimento è una denuncia del comportamento della società tedesca in quel momento storico, una fase che ha sviluppato una psicologia di massa caratterizzata dalla sottomissione psicologico-comportamentale di un popolo, per legittimare l'ascesa di un leader autoritario che ha favorito la classe borghese (principalmente ariana), di cui i principi ideologici erano protetti dal partito nazista, guidato anche da Hitler.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS