Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Economia

Intelligenza artificiale, capitalismo e marxismo

di Renato Gatti

Premessa

Certamente l’innovazione tecnologica, la robotizzazione, l’internet of things, l’intelligenza artificiale costituiscono gli elementi di una rivoluzione produttiva e culturale tali da configurare un nuovo modo di produzione che entra in conflitto con l’assetto delle forze produttive.

Leggi tutto...

L'accumulazione originaria: l'inferno delle donne

di Maddalena Celano

L'Accumulazione Originaria: ovvero il lavoro non retribuito delle donne

L'origine del patriarcato nell' economia arcaica-schiavista: il contributo del femminismo materialista francofono

Esistono due tipi di femminismo marxista: uno che cerca di applicare gli strumenti marxisti alla questione delle donne e un altro che cerca di aggiungere, alla riflessione marxista sulle classi, spiegazioni culturali o ideologiche sul ruolo e sul destino sociale delle donne. Una posizione intermedia si concentra sul rendere visibile e analizzare ciò che accade alla sfera domestica, in termini di lavoro che chiamano "riproduttivo".

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Imprenditore vs capitalista

di Renato Gatti

IL CAPITALE. LIBRO III. SEZIONE V

SUDDIVISIONE DEL PROFITTO IN INTERESSE E GUADAGNO D’IMPRENDITORE - IL CAPITALE PRODUTTIVO D’INTERESSE

CAPITOLO 23 - INTERESSE E GUADAGNO D’IMPRENDITORE

“Si suppone qui che il capitalista operante non sia il proprietario del capitale.

La proprietà del capitale si trova di fronte a lui rappresentata da chi lo ha dato in prestito, dal capitalista monetario. L’interesse che egli paga a quest’ultimo appare dunque come parte del profitto lordo che spetta alla proprietà del capitale in quanto tale.

Leggi tutto...

Sulla necessità del protagonismo femminile per il socialismo marxista-leninista

di Manuel Santoro

Chi studia l'evoluzione delle società e comprende la centralità della produzione nei meccanismi che determinano il loro sviluppo, è consapevole del fatto che non è possibile alcuna eguaglianza reale tra donne e uomini all'interno di società dove prevalga la proprietà privata. [1] Essendo il capitalismo monopolistico una società in cui il punto focale rimane la proprietà dei mezzi di produzione, non può esserci, e in fatti non vi è, alcuna parvenza di eguaglianza tra donne e uomini, sia essa di fronte alla legge che in termini reali. Basta vedere la disparità di stipendio a parità di mansione nelle società cosiddette "moderne".

Leggi tutto...

Per un nuovo femminismo socialista

Neviana Calzolari

In questo articolo cercherò di analizzare quella che, a mio avviso, è un'impasse politica del movimento femminista attuale, concentrandomi su alcuni temi, relativi in particolare ai rapporti con la cultura queer e il movimento LGBTQ dei quali ho fatto direttamente esperienza, e senza ovviamente pensare di poter esaurire tutti gli aspetti più importanti del femminismo in generale.

Leggi tutto...

Accumulazione capitalistica e alienazione

di Manuel Santoro

Quanto più grandi sono la ricchezza sociale, il capitale funzionante, l’estensione e l’energia del suo accrescimento, quindi anche la grandezza assoluta del proletariato e la forza produttiva del suo lavoro, tanto più grande è l’esercito industriale di riserva.” [1] L’accumulazione della produzione e, quindi, del capitale è, come abbiamo visto precedentemente [2], una fase intermedia dentro il capitalismo storicamente compiuta, la quale partendo dalla libera concorrenza si esaurisce nei monopoli, e il capitalismo “antico” si trasforma in capitalismo monopolistico, ovvero imperialismo.

Leggi tutto...

Sulle fasi della società capitalistica

di Manuel Santoro

L’imperialismo è una questione economica, strutturale, da cui la relativa componente politica, e non solo, si erge in tutta la sua brutalità. Considerare l’imperialismo come atteggiamento meramente politico è teoricamente, e di conseguenza politicamente, errato e tale fu l’errore di tanti esponenti di primo piano del socialismo internazionale, e tale è l’errore che ancora in tanti commettono oggi.

Leggi tutto...

Sull’accumulazione originaria

di Manuel Santoro

Da quando il sistema capitalista è emerso dalle ceneri del feudalesimo, il lavoratore si è trovato costretto a vendere la propria forza-lavoro alla classe dei capitalisti, ovvero alla classe dei proprietari dei mezzi di produzione e di sussistenza. Ma il lavoratore, l’operaio, vendendo la sua forza-lavoro, volta per volta, vende se stesso per un concordato periodo di tempo oppure per una determinata mansione in quanto la forza-lavoro si identifica con l’operaio stesso in quel frangente.

Leggi tutto...

Capitalismo e misoginia: due facce della stessa medaglia

di Maddalena Celano

Unica soluzione: lotta di classe ed internazionalismo!

Vorrei citare Lenin, in un passo ripreso da un discorso effettuato durante il Congresso della Sezione Femminile dell'esercito proletario. Congresso, convocato dal Comitato Centrale del Partito Comunista Russo, cui hanno partecipato oltre 1.000 delegate. Il congresso approvò la politica estera del governo sovietico e invitò tutte le donne lavoratrici e contadine a sostenerla e difenderla. Questo congresso segnò l'inizio di un lavoro diffuso, da parte del partito, tra le donne e per le donne lavoratrici e contadine.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS