Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Ritorno al Socialismo

di Manuel Santoro

Ritorniamo alle politiche economiche e sociali socialiste promuovendo l’alternativa al modello della centralità del capitale, denunciandone il totale fallimento nel soddisfacimento dei bisogni primari dell’uomo. Riavviamo la dialettica politica sulla centralità dell’essere umano e degli esseri viventi, dei loro bisogni e delle loro necessità.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

Lavoro salariato e capitale, Marx (1847). Introduzione del 1891 di Friedrich Engels

di Friedrich Engels

Londra, 30 aprile 1891

[...] Ciò che gli economisti avevano considerato come costo di produzione del “lavoro”, erano i costi di produzione non del lavoro, ma dello stesso operaio vivente. E ciò che questo operaio vendeva al capitalista non era il suo lavoro. “Appena il suo lavoro comincia realmente — dice Marx — esso ha già cessato di appartenergli e quindi non può più essere venduto da lui” [1].

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

De "la politica"

di Giandiego Marigo

Ci hanno convinti che la politica sia “sporca e pragmatica”, meramente amministrativa. È conforme ed utile al potere che, in tempi di partecipazione (presunta) democratica, dopo anni ed anni, liberalismo-calvinista, patinati d'una partecipazione di massa, che non esiste e sconfina nella massificazione, la gente ne sia convinta. L'allontanamento dell'elettorato dalla pratica del diritto di voto, per esempio, è utile a chi detiene il potere, quasi quanto la partecipazione un poco becera di chi continua a votare. Per un Socialista la partecipazione e quindi la politica è altro che non questo meccanismo, falsamente democratico, ma decisamente falsato dal controllo sistemico.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Il nulla e i mini-bot

di Renato Gatti

Questa nauseante polemica sui mini-bot, basata sull’illusione bambinesca della soluzione dei problemi con la semplicità di singoli provvedimenti o strumenti che risolvono tutto, negando la complessità della situazione e limitandosi alla superficie delle cose senza penetrarne l’intima struttura, mi pare essere più che altro un’arma di distrazione di massa, uno dei tanti temi estratti dal cilindro di Salvini per dirottare l’attenzione e la discussione dal vero tema da affrontare.

Leggi tutto...

La grande lotta socialdemocratica è su tre fronti: teorica, politica ed economica. Engels docet!

di Manuel Santoro

Il nostro compito è riportare il socialismo a casa, dopo troppi decenni di distorsioni e tradimenti. Il nostro compito è chiaro e sarà una lunga battaglia teorica e politica contro quella collettività di sedicenti socialisti che intendono il socialismo come strumento del capitale per l’addolcimento coatto dell’esistenza schiavizzata dell’essere vivente. Naturalmente non è così.

Leggi tutto...

Il paese di cuccagna

di Renato Gatti

Nella mia ricerca sul futuro della robotizzazione e delle sue conseguenze sul modo di produzione e sul sistema di redistribuzione, sono incappato nel “paese di cuccagna” un interessante scontro tra Graziadei e Croce nel 1899 con successivo intervento di Gramsci.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Della necessità di un circuito d'alternativa

di Giandiego Marigo

Questa esigenza si manifesta sotto molteplici aspetti. Stratificata nei vari livelli comportamentali d'alternativa. In ogni “compartimento”, nel quale dividiamo per comodità descrittiva e, in parte, per incapacità di sintesi quella che potremmo sommariamente definire cultura progressista.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Un'Europa dirigista?

di Renato Gatti

Premessa

La commissione europea ha bocciato la fusione tra Alstom e Siemens due giganti europei nei sistemi ferroviari. Secondo la Commissaria antitrust, Margrethe Vestager, dall'operazione sarebbe nata una società con una posizione dominante sul mercato europeo e quindi in conflitto con i principi concorrenziali che ispirano l’Unione.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Il modello giapponese

di Renato Gatti

Premessa

Il vice-premier Matteo Salvini dice che dopo le europee non dovremo più ripagare all’Europa i 23 miliardi dell’Iva. Quei miliardi in effetti non dobbiamo ripagarli all’Europa che non ce li ha mai chiesti, ma derivano dalla legge di stabilità che il ministro Salvini, ha predisposto e che è stata approvata dal parlamento col voto determinante del suo partito. Ma si sa, il gretto semplicismo con cui Salvini presenta i problemi è perfettamente organico all’ignoranza di gente cui risulta estremamente complicato interpretare una frase con anche una sola subordinata, abituata com’è a slogan perentori e maschilmente virili.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Socialismo è affermazione e difesa dei diritti, ma anche consapevolezza dei doveri

di Giandiego Marigo

Molto spesso e giustamente, soprattutto ai giorni nostri, l'AreA di Progresso e Civiltà è delimitata dalla strenua e non sempre efficacie difesa dei diritti, ma va detto, nell'idealità socialista è connaturata, per sua natura fondamentale e per caratteristica originale, una fortissima consapevolezza dei propri doveri. Una sorta di scuola del dovere. La consapevolezza di quanto sia ,innanzi tutto il dovere che dà luogo e senso al diritto.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS