Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Interessi nazionali, interessi della classe dominante

di Manuel Santoro

Wolfgang Munchau, direttore di Eurointelligence.com ed editorialista del Financial Times, ha dichiarato alcuni mesi fa che ‘da almeno 10 anni, l’Italia ha detto sì in sede europea a norme e accordi che o non sono nel suo interesse, o a cui ha contribuito senza beneficiarne direttamente’. E ha ragione ma c’è comunque un equivoco che dobbiamo chiarire: non esiste un interesse nazionale ma esistono interessi di classe, e l’interesse nazionale coincide sempre con l’interesse della classe dominante, dei padroni, dei capitalisti.

Leggi tutto...

La convergenza teorica è la base per la convergenza socialista

di Manuel Santoro

Una delle motivazioni per cui tanti assalti al cielo sono falliti nel tempo, e tutt’ora falliscono, è nell’incapacità oppure nella mancanza di volontà politica di demolire e, successivamente, sostituire la macchina statale borghese con la macchina statale socialista. Il socialismo, in quanto prima fase della società comunista, ha una definizione precisa, ovvero, è quella società che emerge dal capitalismo, con tutte le sue ingiustizie, inefficienze, storture e iniquità, e in cui tutti i mezzi di produzione sono di proprietà comune. E la società, in termini generici, è un complesso di rapporti sociali di produzione e “ognuno di questi complessi caratterizza, nello stesso tempo, un particolare stadio di sviluppo nella storia dell’umanità.” [1]

Leggi tutto...

La concezione materialistica della storia e la centralità della produzione

di Manuel Santoro

Abbiamo più volte rimarcato alcuni concetti fondamentali della scienza socialista, ovvero il concetto di società in quanto complesso di rapporti sociali di produzione, e il concetto centrale della produzione in quanto motore della storia. I maestri del socialismo, quali Marx, Engels e Lenin, ci hanno spiegato la profondità e la scientificità della concezione materialistica della storia.

Leggi tutto...

Socialismo, prima fase della società comunista

di Manuel Santoro

Il nostro lavoro consiste nel ricercare, affermare la verità. In una società capitalistica, quindi de facto opportunistica e propagandistica delle peggiori pulsioni umane, in costante e inesorabile degrado umano, sociale, politico ed economico, il compito mio, nostro, dei marxisti-leninisti rimane quello di dire la verità.

Leggi tutto...

Lo Stato e la dittatura del proletariato

di Manuel Santoro

Il concetto di Stato è relativamente recente ed emerge contestualmente alle classi sociali, aventi interessi divergenti, e all’inizio della storia scritta. Lo Stato, in quanto entità sovrastrutturale che emerge dalla struttura, la società, ha insieme essenza e azione ed è definibile secondo questi due parametri.

Leggi tutto...

L’inconsapevole revisionismo di socialisti e comunisti dovuto alla profonda ignoranza teorica

di Manuel Santoro

Il compito dell’avanguardia della classe operaia è duplice: educare e organizzare. Il ruolo del partito incentrato nell’educazione dei militanti e nell’organizzazione del lavoro teorico-politico è stato ampliamente trattato nel Manifesto del Socialismo. Naturalmente, le pulsioni revisioniste e opportunistiche rimangono sempre in agguato e con estrema facilità pervadono le menti e le anime di chi è sprovvisto di una forte e chiara impostazione teorica.

Leggi tutto...

Sulla produzione e distribuzione sociale

di Manuel Santoro

Nel precedente editoriale dal titolo “Il legame tra i rapporti di distribuzione e i rapporti di produzione” avevamo affermato che il “socialismo volgare ha volutamente certificato, in un certo qual modo, la scissione radicale tra la produzione e la distribuzione, relegando il concetto di socialismo, che in tal modo diventa revisionismo e riformismo, all’interno del modo di distribuzione, dimenticando assolutamente la questione della produzione.” [1]

Leggi tutto...

Il legame tra i rapporti di distribuzione e i rapporti di produzione

di Manuel Santoro

Il revisionismo, il filone revisionista del marxismo, si è mosso su diversi campi nel corso della storia scritta. Campi che hanno abbracciato gli aspetti teorici, molto spesso gli aspetti politici ed economici, con la svendita della funzione dei sindacati nelle fabbriche e nelle aziende, e ultimamente organizzativi, con lo svuotamento de facto della funzione pedagogica, educatrice, dei partiti politici.

Leggi tutto...

Stalin, Stato, Tattica e il progetto di una nuova Costituzione dell'Unione Sovietica

di Manuel Santoro

Il concetto di popolo non entra nell'equazione della divisione della società in classi sociali. Segue che lo Stato, riprendendo quanto diceva Engels e Lenin[1], “è piuttosto un prodotto della società giunta a un determinato stadio di sviluppo, è la confessione che questa società si è avvolta in una contraddizione insolubile con sé stessa, che si è scissa in antagonismi inconciliabili che è impotente a eliminare.

Leggi tutto...

Sulla necessità del protagonismo femminile per il socialismo marxista-leninista

di Manuel Santoro

Chi studia l'evoluzione delle società e comprende la centralità della produzione nei meccanismi che determinano il loro sviluppo, è consapevole del fatto che non è possibile alcuna eguaglianza reale tra donne e uomini all'interno di società dove prevalga la proprietà privata. [1] Essendo il capitalismo monopolistico una società in cui il punto focale rimane la proprietà dei mezzi di produzione, non può esserci, e in fatti non vi è, alcuna parvenza di eguaglianza tra donne e uomini, sia essa di fronte alla legge che in termini reali. Basta vedere la disparità di stipendio a parità di mansione nelle società cosiddette "moderne".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS