Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Sull’accumulazione originaria

di Manuel Santoro

Da quando il sistema capitalista è emerso dalle ceneri del feudalesimo, il lavoratore si è trovato costretto a vendere la propria forza-lavoro alla classe dei capitalisti, ovvero alla classe dei proprietari dei mezzi di produzione e di sussistenza. Ma il lavoratore, l’operaio, vendendo la sua forza-lavoro, volta per volta, vende se stesso per un concordato periodo di tempo oppure per una determinata mansione in quanto la forza-lavoro si identifica con l’operaio stesso in quel frangente.

Leggi tutto...

Società e Stato

di Manuel Santoro

La società odierna è la società capitalistica, che esiste in tutti i paesi civili, più o meno libera di aggiunte medievali, più o meno modificata dallo speciale svolgimento storico di ogni paese, più o meno evoluta. Lo Stato odierno, invece, muta con il confine di ogni paese. Nel Reich tedesco-prussiano esso è diverso che in Svizzera; in Inghilterra è diverso che negli Stati Uniti. Lo Stato odierno è dunque una finzione. Tuttavia i diversi Stati dei diversi paesi civili, malgrado le loro variopinte differenze di forma, hanno tutti in comune il fatto che stanno sul terreno della moderna società borghese, che è soltanto più o meno evoluta dal punto di vista capitalistico.” [1]

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

Partito del “Dictionnaire Critique du Marxisme” di Labica e Bensussan

Traduzione dal francese di Lamberto Consani

Introduzione al testo di Lamberto Consani e Manuel Santoro

La prima fase della società senza classi, della società comunista pienamente realizzata è il socialismo, in cui “il diritto borghese non è completamente abolito, ma solo in parte, soltanto nella misura in cui la rivoluzione economica è compiuta, cioè unicamente per quanto riguarda i mezzi di produzione. Il diritto borghese riconosce la proprietà privata su questi ultimi a individui singoli. Il socialismo ne fa una proprietà comune.” (V. Lenin, Stato e rivoluzione).

Leggi tutto...

Teoria, pratica politica, organizzazione partitica, militanza. Solo così realizziamo il Socialismo

di Manuel Santoro

Penso siamo in una fase politicamente rivoluzionaria ma bisogna giocare bene la partita. Il percorso che terminerebbe con l’Europa Socialista, che tutti noi auspichiamo, è secondo me differente da una evoluzione graduale che abbia gli stessi attori economici, politici e partitici. Chi ci ha governato sino ad oggi, e non parlo solo della politica ma degli attori economici e finanziari, non ci porterà ovviamente al socialismo. Penso invece che oggi si intraveda almeno la possibilità di fare affidamento su una rivalutazione politica del socialismo in quanto sistema di società strutturalmente alternativo al capitalismo. Per andare oltre e fare in modo che la visione, la speranza per un mondo diverso diventi realtà bisogna lavorare duro, teoricamente e politicamente. Educazione e organizzazione devono essere le direttrici da seguire per arrivare al socialismo realizzato, alla società socialista.

Leggi tutto...

La lotta di classe è viva. Il socialismo è il futuro

di Manuel Santoro

In questi giorni complicati in cui il Paese si ferma, dato anche l’aumento dei contagi, gli Stati capitalisti si chiudono egoisticamente a riccio mentre i Paesi socialisti, perennemente colpiti dall’imperialismo, in costante ristrettezze economiche dovute a crudeli embarghi, tendono la mano a chi nei decenni li ha vigliaccamente colpiti.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

Libri: Il Manifesto del Socialismo

Il socialismo è la prima fase della società senza classi, del comunismo. Oggi, quindi, siamo tutte e tutti socialisti, poiché è compito di tutte e tutti, militanti, conquistare la società socialista per poterci avviare verso la società senza classi. Conquistare, poiché i padroni, i proprietari dei mezzi di produzione e distribuzione della ricchezza non ci daranno mai strada libera. La lotta di classe è reale. Il nostro compito è conquistare lo Stato socialista. Non vi è altro obiettivo per una organizzazione socialista come la nostra. Donne e uomini militanti uniti in questa lotta.

Leggi tutto...

Il riformismo è un falso socialismo

di Manuel Santoro

Riprendiamo gli insegnamenti di Marx ed Engels, i quali sono stati dimenticati poiché il socialismo si è, da lunghi decenni, corrotto con deformazioni revisioniste e opportunitiche. Sin dai tempi di Bernstein, il socialismo ha perso di vista l’obiettivo politico di trasformare la società arrivando alla società socialista.

Leggi tutto...

Chi vuole realmente la proprietà comune dei mezzi di produzione e distribuzione della ricchezza?

di Manuel Santoro

Nel titolo di questo mio intervento pongo un quesito certamente non banale. Ovvero, esiste il campo del socialismo e del comunismo anticapitalista; esiste poi il campo della cosiddetta sinistra, non necessariamente anticapitalista, di conseguenza quinta colonna del capitale e costantemente al lavoro nel prendere per i fondelli la classe sociale delle lavoratrici e dei lavoratori salariati.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS