Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Economia

Tendenze a lungo termine

di Renato Gatti

Tra guerra, epidemia e inflazione l’orizzonte temporale dello studio della tendenza economica si è molto accorciato, riducendo l’attenzione sul breve termine ed abbandonando la visione a lungo termine. Il tema è quello del rapporto tra lavoro umano e macchine, tema che ha interessato l’economia fin dai suoi tempi di classicità; la questione, ridotta all’essenza è: potrà il lavoro delle macchine sostituire il lavoro umano? Ed in caso affermativo quali saranno le conseguenze nei rapporti tra le classi sociali? E che fine farà il plusvalore tipico prodotto del lavoro umano nel capitalismo?

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Fine del socialismo

di Renato Gatti

Crisi del socialismo

Anticipo subito la mia conclusione che consiste nella convinzione che il socialismo non sia affatto finito ma che, al contrario, sarà un obiettivo che sarà raggiunto grazie alla ragione e all’intelligenza.

Leggi tutto...

La robotizzazione

di Renato Gatti

Il modo di produzione muta nel tempo ed è storicamente determinato dallo svilupparsi delle conoscenze scientifiche, dalle nuove scoperte tecnologiche e dall’evolversi delle relazioni tra le classi, i due livelli, strutturale e sovrastrutturale, interagiscono e si autoalimentano sino al raggiungimento di temporanei equilibri.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Piano energetico e bonus

di Renato Gatti

Premessa

Da “La democrazia dei Signori” di Luciano Canfora (pag. 60).

Viviamo in una “epoca nella quale il sintomo più vistoso ed eloquente dell’abbandono di ogni ancoraggio di classe da parte della ex sinistra è la sostituzione, che essa ha compiuto, di un concetto geografico (europeismo) a quello politico e di schieramento”.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Economia "Science Based"

di Renato Gatti

Scrive Leonello Tronti sul periodico della UIL

“Poiché la regola d’oro della politica salariale indica che, se si vuole assicurare la massima crescita salariale (e quindi dei consumi e della domanda interna) senza esercitare pressioni inflazionistiche sui profitti, è necessario che la retribuzione media reale cresca nella stessa misura della produttività del lavoro, se ne deduce che, tra il 1990 e il 2020 (periodo nel quale i salari non sono aumentati al passo della produttività Nota mia), i salari hanno esercitato sui prezzi dei beni e servizi italiani un ruolo deflazionistico, valutabile all’incirca in mezzo punto percentuale l’anno.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Redistribuzione e sfruttamento

di Renato Gatti

“C’è uno scritto molto noto di Marx, la Critica del programma di Gotha, in cui il tema delle decisioni che riguardano l’accumulazione è affrontato con forza. Qui Marx, nel 1875, muove un critica decisa ad alcune proposizioni contenute nel programma elaborato al congresso di Gotha dai socialdemocratici tedeschi.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Costruire il socialismo

di Renato Gatti

La costruzione del socialismo oggi, in Italia membro dell’Unione Europea e aderente alla NATO, costituisce un compito intellettuale e strategico di una difficoltà difficilmente affrontabile con le forze in campo. L’analisi, alla base della strategia, non può che rendersi conto di elementi come la collocazione internazionale del paese, i rapporti con gli altri paesi, la situazione economica, la situazione delle classi sociali e i moltissimi altri aspetti in cui ci si trova ad agire.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Socialismo quantico

di Renato Gatti

Premessa

Lo sforzo teorico e dialettico per affermare il socialismo arriva prima o poi (a ben vedere molto poi) a doversi confrontare con la prassi, dove alle enunciazioni teoretiche, alle citazioni evocative, alle elaborazioni e rivoluzioni culturali, si oppongono, con la gravità del fare i problemi pratici.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS