Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Economia

Quale socialismo nei paesi europei?

di Renato Gatti

La disastrosa esperienza sovietica del socialismo, oltre ad aver generato, dopo il suo crollo, uno dei paesi più autocratici e reazionari, ha anche generato, a mio parere, una avversione al socialismo che ne ritarda l’avvento di qualche secolo. I paesi satelliti sono stati facile preda della NATO ed hanno cancellato l’apparato socialista aderendo in gran parte alla UE la cui connotazione liberista in economia è egemone. Nei paesi occidentali i partiti socialisti e comunisti hanno abbandonato gli obiettivi che si erano prefissati prima del crollo dell’URSS, perdendo identità perseguendo una vaga e idealistica promozione di nuovi diritti.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

Dai Paesi Socialisti ai Paesi non Allineati

di Maddalena Celano

La Repubblica popolare cinese è senz'altro il paese socialista più sviluppato, evoluto e tecnologicamente avanzato, che il 1° ottobre 2022 commemora il 73° anniversario della sua creazione, con altri quattro paesi comunisti nel mondo: Cuba, Corea del Nord, Vietnam e Laos.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Teoria

Deng Xiaoping e la rivoluzione culturale

di Amedeo Curatoli

La recentissima pubblicazione edita dalla Rizzoli dal titolo "Deng Xiaoping e la rivoluzione culturale" ha un valore documentario notevole, per noi occidentali, costituendo essa una fonte primaria da cui attingere una miriade di notizie. L’autrice è Deng Rong, figlia del dirigente comunista che appare nel titolo del libro, la quale, avendo vissuto insieme alla sua famiglia le traversie della rivoluzione culturale, ne fa un bilancio critico che si risolve, alla fin dei conti, in un forte atto di accusa di quel periodo storico.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

"La via cinese", saggio sulla Cina di oggi e le opportunità che può offrire

di Luca Bagatin

La Cina, specialmente dopo l'ottima gestione della pandemia Covid19, è divenuta una potenza mondiale in grado di competere con gli Stati Uniti d'America per la leadership mondiale. Il primo a riconoscere le potenzialità della Repubblica Popolare Cinese fu, in piena guerra fredda, l'allora Ministro degli Esteri, nonché leader socialista, Pietro Nenni. Fu infatti grazie in primis a Nenni, se la Cina è stata riconosciuta in seno al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Teoria

A 50 anni dalla Rivoluzione Culturale - Antologia di documenti

di Mario Eustachio De Bellis

Prefazione - (agosto 2016)

Il 50° della Rivoluzione culturale proletaria in Cina offre l'opportunità per il movimento operaio e comunista di riflettere sul significato storico e sugli splendori e limiti di questa grande esperienza che ha caratterizzato la fase finale della vita del grande dirigente del movimento comunista internazionale, Mao Tse Tung e della fase socialista della Cina.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

Mao Tse Tung: cultura e arte

di Mario Eustachio De Bellis

La "rifondazione" comunista deve essere una cosa seria, non una barzelletta e un imbroglio in cui convivono democraticismo di base liberista e centralismo burocratico autoritario, dogmatico e settario. Ciò significa che non tutto si risolve chiusi al proprio interno senza confronto esterno chiaro, critico e autocritico. Lo scontro personale e tra gruppi per il possesso di un posto di comando distrugge quello che stato costruito per anni e quel poco che è rimasto ereditato da altri.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS