Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Economia

Democrazia in crisi

di Renato Gatti

“I pacchetti di controllo dell’ottanta percento del capitale azionario mondiale sono posseduti da meno del due percento degli azionisti mondiali. Percentuali analoghe così basse si riscontrano anche a livello di singole aree e di singoli paesi, questo piccolo club privilegiato di grandi capitalisti tende a restringersi ulteriormente a cavallo delle crisi economiche e il manipolo di grandi capitalisti si restringe ulteriormente, quanto maggiore è la differenza tra tasso d’interesse e tasso di crescita. La tendenza verso la centralizzazione dei capitali risulta correlata con alcuni indicatori di deterioramento del tessuto democratico.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Spezzare la logica del profitto borghese

di Giovanni Carbone

Spezzare la catena di comando borghese con mentalità neo-nazista

Le società capitalistiche nelle quali viviamo, che passano per essere democratiche (un abuso sproporzionato del termine, per di più blaterato da imbecilli di Stato) sono ormai società marce, decrepite, putrescenti, maleodoranti di morte sociale secolare. Il cosiddetto mondo occidentale, dentro cui queste società sono nate e cresciute, è un mondo di razzismo, di xenofobia, di sfruttamento degli esseri umani e di ogni risorsa naturale.

Leggi tutto...

Efficienza e democrazia

di Renato Gatti

Un’alternativa attuale

Nel mondo politico da qualche tempo viene posta l’alternativa tra efficienza e libertà, che tradotta in altri termini più articolati potrebbe essere declinata come segue: è meglio tenersi il sistema democratico anche se sempre più zoppicante e incapace di scelte tempestive, efficaci o è meglio adattarsi ad una “democrazia illiberale”, ad un sistema politico più autorevole capace di interventi capaci di risolvere i problemi senza tante complicazioni.

Leggi tutto...

Il Capitalismo e la falsa Democrazia

di Manuel Santoro

Partiamo da un semplice presupposto. Il capitale sceglie sempre accuratamente chi annientare e chi, invece, ergere a nuovo paladino della giustizia per la salvezza dell’intera umanità. Il capitale sceglie tenendo conto di tutte le condizioni al contorno con l’obiettivo finale di massimizzare il profitto, in termini politici, geopolitici, economici e strategici.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS