Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Economia

La crescita è l’unica strada per abbattere lo spread

di Stefano Sylos Labini

Siamo sottoposti quotidianamente al bombardamento dello spread che viene usato come uno strumento di ricatto per condizionare le decisioni di politica economica del governo. Per cercare di capirne qualcosa è interessante confrontare  i valori dei tassi di interesse e dello spread precedenti alla crisi con quelli attuali. In Italia il valore attuale è associato ad una fase di stagnazione prolungata essendo il Pil reale inferiore di circa 100 miliardi di euro rispetto a quello del 2007. Una situazione totalmente diversa da quella della Germania che ha conseguito una crescita molto consistente dopo il crollo del 2009.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Lo spread

di Renato Gatti

A margine de “La moneta incompiuta” di M.Minenna.

Riprendo l’esempio di pagina 41 del libro di Minenna:

“Immaginiamo ora uno Stato non proprio solido, su cui ci sono seri dubbi che possa assolvere l’obbligo di restituire il capitale alla scadenza e/o pagare le eventuali cedole periodiche (Stato I). Il governo di questo Stato emette un’obbligazione ad un tasso di interesse uguale a quello dello Stato super tranquillo (Stato D) ovvero 1.1%.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS