Logo
Stampa questa pagina

Il Partito Comunista di Cuba a Congresso per il rilancio del Paese dopo la pandemia

Il Partito Comunista di Cuba a Congresso per il rilancio del Paese dopo la pandemia

di Luca Bagatin

Il 16 aprile si è aperto, a L'Avana, l'VIII Congresso del Partito Comunsita di Cuba (PCC). Il Congresso del PCC, che si è concluso il 19 aprile, ha concentrato la sua attenzione in particolare sull'aggiornamento del modello economico e sociale cubano, sullo sviluppo socialista e sull'attuazione degli orientamenti di politica economica e sociale del Partito e della Rivoluzione.

I delegati del Congresso, in particolare, hanno esaminato i documenti e le relazioni relative a cinque tematiche principali, ovvero:

- Breve sintesi dell'economia nel periodo 2016-2020;

- Valutazione integrale del modello economico dal VI Congresso ai giorni nostri: linee guida e politiche;

- Aggiornamento della Concettualizzazione del Modello Sociale ed Economico;

- Piano nazionale per lo sviluppo economico e sociale fino al 2030;

- Aggiornamento delle linee guida per il prossimo periodo.

Per quanto concerne l'economia cubana, nel documento relativo, si fa presente che essa ha attraversato diverse difficoltà nell'ultimo quinquennio. In particolare ciò è stato causato dall'embargo commerciale e finanziario imposto dagli USA, soprattutto in questi ultimi anni.

Nonostante ciò, si fa presente che Cuba ha resistito, mantenendo inalterate le conquiste sociali e proseguendo nell'attuazione degli obiettivi di sviluppo fissati nei precedenti Congressi.

Dal 2016 al 2019 il PIL è aumentato a un tasso dell'1% all'anno, mentre, per quanto concerne il 2020, è stata stimata una contrazione dell'11%, causata tanto dall'embargo USA che dalla pandemia di Covid 19.

Per far fronte a tale scenario – si fa sempre presente nel documento di analisi economica del PCC – è stata approvata la Strategia Sociale ed Economica per il Progresso dell'Economia e la Gestione della Causa di Crisi Mondiale di Covid 19 e si sta attualmente lavorando alla loro attuazione.

Ai delegati dell'VIII Congresso è stato presentato, altresì, un rapporto sulle politiche adottate dal VI Congresso del PCC ad oggi.

Fra le linee guida aggiornate, che il PCC intende adottare e ha sottopposto ai suoi delegati a Congresso:

- Rafforzare l'impresa statale socialista come agente fondamentale all'interno dell'economia nazionale;

- Migliorare e sviluppare le cooperative e altri nuovi attori economici;

- Dare continuità al compito di ristrutturazione, mantenendo il principio di giustizia sociale della Rivoluzione;

- Ampliare e diversificare le fonti finanziarie e l'uso efficiente di meccanismi decentralizzati di finanziamento in valuta forte, in corrispondenza della domanda di sviluppo;

-Rafforzare il lavoro di prevenzione sociale, assistenza e lavoro e implementare nuovi programmi e servizi sociali, rivolti alle persone e alle famiglie più vulnerabili;

- Migliorare il modello di gestione del settore agricolo e trasformare l'impresa statale per aumentare in modo sostenibile la produzione agricola e migliorare le condizioni per lo sviluppo delle restanti forme di gestione alla base produttiva;

- Consolidare i settori produttivi e il loro collegamento con l'industria, il turismo e il sistema di approvvigionamento delle grandi città;

- Continuare ad attuare le misure per la trasformazione della matrice energetica del Paese, il risparmio energetico, l'efficienza e la riduzione dei consumi energetici nei periodi di massima richiesta;

- Avanzamento nell'informatizzazione della società e automazione dei processi;

- Consolidare i risultati nello sviluppo sociale e aumentare la qualità dei servizi di base alla popolazione e migliorare i consumi e gli standard di vita.

Fra i primi ad inviare i suoi saluti al Congresso del PCC, il Presidente del Partito Comunista della Federazione Russa (KPRF), Gennady Zjuganov, leader del maggior partito di opposizione russo in in Parlamento.

Zjuganov, rinnovando il sentimento di amicizia fraterna fra il KPRF e il PCC, ha fatto presente – fra le altre cose - che, nonostante l'embargo economico USA e l'epidemia di Covid 19, “il Partito Comunista di Cuba ha dimostrato ancora una volta il suo ruolo di avanguardia combattente del Popolo cubano, quale esempio di servizio disinteressato ai lavoratori”, affermando che “seguendo le orme del leader della Rivoluzione Cubana Fidel Castro, il Partito porta ancora alto il vessillo della lotta per il socialismo, rimanendo la forza guida della società, dimostrando al mondo la giustizia delle idee di Lenin e il trionfo dell'idea socialista”.

 

Ultima modifica ilVenerdì, 30 Aprile 2021 15:40
Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.