Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Esteri

Díaz-Canel: il Partito è la forza che rivoluziona la Rivoluzione

di Maddalena Celano

Convergenza Socialista ha deciso di riportare e tradurre quanto emerso dai lavori dell'VIII Congresso del Partito Comunista di Cuba, terminato poche settimane fa, poiché tanta è la disinformazione emersa nella stampa, da una parte, e da tante compagne e compagni, dall’altra. Con questo nostro lavoro, confidiamo nel portare chiarezza sui contenuti emersi dai lavori congressuali.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

L'inganno del Plan Colombia

di Maddalena Celano

La strategia del Plan Colombia è stata propagandata da Washington e Bogotá, alla fine degli anni '90 come "un piano globale per il rafforzamento dello Stato, della democrazia, dei diritti umani e della pace in Colombia", ma la sua vera metamorfosi l'ha portata a mostrarsi come la soluzione militare del complesso conflitto socio-politico-militare in questo paese.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

La 5° edizione del Primo Festival Internazionale di Haiku “La Luna Roja”

La 5° edizione del Primo Festival Internazionale di Haiku “La Luna Roja” è stata una finestra con vista panoramica sul mondo

Autore originale del testo: Roberta Toffee Cordaro, a cura di Maddalena Celano

di Maddalena Celano

Un’originale letteratura cubana, iniziò ad emergere per la prima volta dopo la fine del XVIII secolo. All’inizio del XIX secolo diversi scrittori cubani acquisirono importanza sposando l’intellettualismo e il concetto di libertà. 

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

Non piangere più, Argentina!

di Maddalena Celano

Su la testa, Argentina!, Desaparecidos e recupero della memoria storica (Libri Liberi, Firenze, 2017), un intrigante saggio documentaristico di Orlando Baroncelli, scrittore fiorentino e redattore di “Testimonianze”, conosciuto durante la mia intervista, tenutasi questo martedì 16 marzo 2021 a Radio Revoluciòn, sul mio ultimo saggio Donne cubane l’ altra metà della Rivoluzione (CTL Libeccio, Livorno, 2020).

Leggi tutto...

Femminismo e Buen Vivir

di Maddalena Celano

L'emergere del Buen Vivir (Sumak Kawsay) o Vivir Bien (Suma Qamaña) è, come sottolinea Katu Arkonada, un ricercatore basco presso il Center for Applied Studies of Economic, Social and Cultural Rights (CEADESC), il prodotto di un dibattito sorto negli anni Novanta del XX secolo, in Bolivia, quando il governo nei suoi progetti di legge e decreti lanciò lo slogan: "vivir mejor" e gli indigeni, al contrario, risposero con lo slogan “suma qamaña” o “vivir bien” (vivere bene).

Leggi tutto...

Donne nel bel mezzo di un vortice

Intervista a Yolanda Ferrer, presidente della Federazione delle Donne Cubane

Traduzione di Maddalena Celano

Cuba: donne, rivoluzione e femminismo

Successi e battute d’ arresto del femminismo cubano

La validità della Federazione delle donne cubane è ineccepibile, considera Yolanda Ferrer, una testimone di prim'ordine nella storia recente di Cuba. 

Subito dopo la Rivoluzione del 1959, una donna nera appare sulla prima copertina della rivista Mujeres ; un'altra fu la prima persona a ricevere il titolo di proprietario terriero dopo la firma della legge di riforma agraria. Migliaia di contadine hanno preso d'assalto il popoloso e ingombrante quartiere di Miramar in cerca di lezioni (scolastiche) per la vita, mentre le adolescenti, quasi ragazze, con lanterna in mano, si sono recate in montagna per imparare l'alfabeto. 

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Femministe native a favore della Rivoluzione Cubana

di Maddalena Celano

Femministe cubane ed attiviste cubane per i diritti civili come Mariela Castro, la direttrice del CENESEX (Centro Nazionale per l'Educazione Sessuale di Cuba), Lohana Berkins, Diana Sacayan, Teresa Melo e la giornalista Paquita de Armas, sono state violentemente attaccate, in questi giorni,  per la loro solida difesa della Rivoluzione Cubana. Attaccate e vittime di continue campagne diffamatorie, le loro lotte non incontrano il sostegno dei falsi ed inutili comunisti "mascolinisti", come non incontrano la solidarietà del femminismo borghese. Al contrario, le donne native resistenziali di Ecuador, Bolivia, Cile ed Argentina sono con Mariela Castro, sono con Lohana Berkins, sono con Diana Sacayan, sono con Teresa Melo e la giornalista Paquita de Armas.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS