Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Questione femminile

Liriche femministe

di Neviana Calzolari

La cosa più difficile, quando si tratta di temi sociali, è mantenere un livello di pensiero che non si appiattisca in una dimensione di quotidianità personale, pur partendo da essa, ma sia capace di elevarsi ad una dimensione veramente sociale, universale, che possa toccare tutte e tutti, anche coloro che non hanno vissuto sulla propria pelle l'argomento trattato.

Leggi tutto...

L'accumulazione originaria: l'inferno delle donne

di Maddalena Celano

L'Accumulazione Originaria: ovvero il lavoro non retribuito delle donne

L'origine del patriarcato nell' economia arcaica-schiavista: il contributo del femminismo materialista francofono

Esistono due tipi di femminismo marxista: uno che cerca di applicare gli strumenti marxisti alla questione delle donne e un altro che cerca di aggiungere, alla riflessione marxista sulle classi, spiegazioni culturali o ideologiche sul ruolo e sul destino sociale delle donne. Una posizione intermedia si concentra sul rendere visibile e analizzare ciò che accade alla sfera domestica, in termini di lavoro che chiamano "riproduttivo".

Leggi tutto...

Femminismo tra biologia ed esperienza. Tertium datur

di Neviana Calzolari

Cosa significa donna e cosa significa femminismo per una donna transessuale?

Chi ha seguito i miei articoli precedenti su “Ideologia Socialista”, e chi conosce il mio percorso sia di attivismo militante dentro Arcilesbica sia come singola voce indipendente che prende una propria posizione sui temi che riguardano i rapporti tra il femminismo e la transessualità, sa che da sempre ho cercato di interrogarmi su ciò che può unire, nel rispetto reciproco delle differenze, donne biologiche e donne transessuali, e su ciò che quindi ci può permettere di costruire un femminismo altro, terzo, capace di integrare biologia ed esperienza.

Leggi tutto...

Intervista al Coordinatore Generale del Museo Manuela Sáenz di Quito

di Maddalena Celano

Uno dei primi Musei, al mondo, dedicati ad una donna rivoluzionaria e proto-femminista

Breve biografia di Jorge Álvarez Cevallos

Sono nato nel 1958 e, sin da allora, ho continuato ad essere formato ed educato da donne. Sono padre di tre fantastici figli e nonno di sette nipoti che mi stupiscono anche per l'imprevedibilità. Originariamente, e sin da adolescente, ho amato la filosofia e la poesia, ma sono stato persuaso da mio padre a intraprendere la prosaica carriera dell'ingegneria commerciale.

Leggi tutto...

Utero in affitto ovvero rimozione mercificata della dipendenza dal legame materno

di Neviana Calzolari

La mercificazione dei corpi

Tra le tante acquisizioni in termini di strumenti femministi che mi ha regalato la militanza passata in Arcilesbica, non vi è dubbio che una delle più importanti sia stata l'analisi di alcuni fenomeni in termini di mercificazione del corpo femminile che in realtà, all'interno del movimento LGBTQIA, venivano al contrario esaltati come esempi di nuovi diritti e di autodeterminazione (in particolare la cosiddetta GPA : Gestazione per altri, cioè , in versione addolcita, l'utero in affitto, così come la prostituzione in quanto lavoro).

Leggi tutto...

Donne nel bel mezzo di un vortice

Intervista a Yolanda Ferrer, presidente della Federazione delle Donne Cubane

Traduzione di Maddalena Celano

Cuba: donne, rivoluzione e femminismo

Successi e battute d’ arresto del femminismo cubano

La validità della Federazione delle donne cubane è ineccepibile, considera Yolanda Ferrer, una testimone di prim'ordine nella storia recente di Cuba. 

Subito dopo la Rivoluzione del 1959, una donna nera appare sulla prima copertina della rivista Mujeres ; un'altra fu la prima persona a ricevere il titolo di proprietario terriero dopo la firma della legge di riforma agraria. Migliaia di contadine hanno preso d'assalto il popoloso e ingombrante quartiere di Miramar in cerca di lezioni (scolastiche) per la vita, mentre le adolescenti, quasi ragazze, con lanterna in mano, si sono recate in montagna per imparare l'alfabeto. 

Leggi tutto...

La negazione della transessualità e della violenza alle donne

di Neviana Calzolari

La prostituzione delle donne transessuali

In questo articolo, seguendo in successione i miei contributi precedenti, cerco di descrivere come, a partire dalla sovrapposizione che il queer fa tra sesso e genere, e con la contrapposizione simmetrica di una parte transfobica del femminismo radicale, si arrivi innanzitutto a negare (con un atteggiamento sessuofobico che li accomuna) la transessualità, e tra le conseguenze di ciò vi è anche il rinforzo di una cultura che nega la violenza di cui sono oggetto specifico le donne, in particolare della violenza maschile che si esercita nella prostituzione.

Leggi tutto...

Per un nuovo femminismo socialista

Neviana Calzolari

In questo articolo cercherò di analizzare quella che, a mio avviso, è un'impasse politica del movimento femminista attuale, concentrandomi su alcuni temi, relativi in particolare ai rapporti con la cultura queer e il movimento LGBTQ dei quali ho fatto direttamente esperienza, e senza ovviamente pensare di poter esaurire tutti gli aspetti più importanti del femminismo in generale.

Leggi tutto...

Le donne e gli Stati Generali: un Welfare State per le donne?

di Maddalena Celano

Questo 17 giugno 2020, il vicesegretario del Pd, Andrea Orlando, ha inserire un post su Facebook: tutti maschi intorno al tavolo degli Stati Generali. Tutti uomini e una sola donna. “Trova la differenza”, è stato il suo sarcastico commento. Intendete cosa accadendo? Accade che ci sono uomini italiani, come Andrea Orlando, stanchi di una nazione arcaizzante, fuori dal tempo, antistorica e antimoderna.

Leggi tutto...

Capitalismo e misoginia: due facce della stessa medaglia

di Maddalena Celano

Unica soluzione: lotta di classe ed internazionalismo!

Vorrei citare Lenin, in un passo ripreso da un discorso effettuato durante il Congresso della Sezione Femminile dell'esercito proletario. Congresso, convocato dal Comitato Centrale del Partito Comunista Russo, cui hanno partecipato oltre 1.000 delegate. Il congresso approvò la politica estera del governo sovietico e invitò tutte le donne lavoratrici e contadine a sostenerla e difenderla. Questo congresso segnò l'inizio di un lavoro diffuso, da parte del partito, tra le donne e per le donne lavoratrici e contadine.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS