Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Questione femminile

Donne non si nasce. Donne si diventa.

di Maddalena Celano

Donne non si nasce. Si diventa!

Questo 1 luglio 2022, ho avuto il piacere di conoscere la realtà dell’ Ass. Sibilla Arte, Associazione attiva nel Comune di Carassai, in provincia di Ascoli Piceno, che ha dato inizio agli eventi dell’estate carassanese, quest’anno all’insegna del decennio magico ’60-’70, con la presentazione “ Donne si diventa” di Simone de Beauvoir, un testo e un personaggio fondanti in quella che è stata definita recentemente "l’unica rivoluzione ancora in corso”.

Leggi tutto...

Donne ucraine: bottino di guerra per sfruttamento sessuale al servizio dell’ imperialismo atlantista

di Maddalena Celano

Proprio durante la guerra in Ucraina e la notizia di miglia di donne e bambine/i sfollati, in cerca di rifugio e protezione, il guru de globalismo, del l’iper-liberismo Sans Frontieres, Roberto Saviano, propone loro (soprattutto alle donne) la soluzione di tutti i loro problemi economici, politici ed esistenziali: il sex work.

Leggi tutto...

La donna in America Latina, nella storia degli ultimi tre secoli

di Tomas Emilio Silvera

Ringrazio enormemente Convergenza Socialista per avermi dato uno spazio importante nel diffondere la problematica latinoamericana; come militante del Partito mi sento orgoglioso di farne parte, di arricchire la mia formazione politica e di prospettare un futuro luminoso per la giusta causa del Socialismo.

Leggi tutto...

Il prossenetismo organizzato entra nelle Università

di Maddalena Celano

Kit di strumenti per la prostituzione studentesca, da parte dell' Università di Leicester (U.K.)

La Culture Shift collabora con l'Università di Leicester (U.K.) per implementare il proprio strumento di divulgazione di report e supporto per studentesse e studenti “sex workers”.

Leggi tutto...

Femminismo e Buen Vivir

di Maddalena Celano

L'emergere del Buen Vivir (Sumak Kawsay) o Vivir Bien (Suma Qamaña) è, come sottolinea Katu Arkonada, un ricercatore basco presso il Center for Applied Studies of Economic, Social and Cultural Rights (CEADESC), il prodotto di un dibattito sorto negli anni Novanta del XX secolo, in Bolivia, quando il governo nei suoi progetti di legge e decreti lanciò lo slogan: "vivir mejor" e gli indigeni, al contrario, risposero con lo slogan “suma qamaña” o “vivir bien” (vivere bene).

Leggi tutto...

Liriche femministe

di Neviana Calzolari

La cosa più difficile, quando si tratta di temi sociali, è mantenere un livello di pensiero che non si appiattisca in una dimensione di quotidianità personale, pur partendo da essa, ma sia capace di elevarsi ad una dimensione veramente sociale, universale, che possa toccare tutte e tutti, anche coloro che non hanno vissuto sulla propria pelle l'argomento trattato.

Leggi tutto...

L'accumulazione originaria: l'inferno delle donne

di Maddalena Celano

L'Accumulazione Originaria: ovvero il lavoro non retribuito delle donne

L'origine del patriarcato nell' economia arcaica-schiavista: il contributo del femminismo materialista francofono

Esistono due tipi di femminismo marxista: uno che cerca di applicare gli strumenti marxisti alla questione delle donne e un altro che cerca di aggiungere, alla riflessione marxista sulle classi, spiegazioni culturali o ideologiche sul ruolo e sul destino sociale delle donne. Una posizione intermedia si concentra sul rendere visibile e analizzare ciò che accade alla sfera domestica, in termini di lavoro che chiamano "riproduttivo".

Leggi tutto...

Femminismo tra biologia ed esperienza. Tertium datur

di Neviana Calzolari

Cosa significa donna e cosa significa femminismo per una donna transessuale?

Chi ha seguito i miei articoli precedenti su “Ideologia Socialista”, e chi conosce il mio percorso sia di attivismo militante dentro Arcilesbica sia come singola voce indipendente che prende una propria posizione sui temi che riguardano i rapporti tra il femminismo e la transessualità, sa che da sempre ho cercato di interrogarmi su ciò che può unire, nel rispetto reciproco delle differenze, donne biologiche e donne transessuali, e su ciò che quindi ci può permettere di costruire un femminismo altro, terzo, capace di integrare biologia ed esperienza.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS