Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Le prostitute bloccate in Germania mentre il coronavirus chiude i bordelli: lo sfruttamento sessuale non va regolamentato ma abolito!

di Maddalena Celano

Ancora demagogia e mistificazioni sul presunto “sex work”!

Mentre una presunta “Sinistra Italiana” e le pseudo-femministe loro accolite, esattamente come Lega e neofascisti, continuano a descrivere la prostituzione come un “lavoro” da normalizzare, bello, creativo e persino desiderabile in quanto forma di “empowerment” femminile, la pandemia da COVID-19 ha gettato le maschere di numerose mistificatrici, mistificatori e demagoghi! 

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

Le armi della CIA: droga, guerra batteriologica, controllo mentale e prostituzione

di Maddalena Celano

Il progetto MKUltra (o MK-Ultra), chiamato anche programma di controllo mentale della CIA, è il nome in codice assegnato a un programma di esperimenti su soggetti umani che sono stati  intrapresi dalla US Central Intelligence Agency. Gli esperimenti, effettuati su esseri umani, avevano lo scopo di identificare e sviluppare farmaci e procedure da utilizzare negli interrogatori, al fine di indebolire l'individuo e forzare le confessioni attraverso il controllo mentale. Il progetto è stato organizzato attraverso l'Ufficio di Intelligence Scientifica della CIA e coordinato con i laboratori di guerra biologica dell'esercito degli Stati Uniti. I nomi in codice, per gli esperimenti relativi alla droga, erano Progetto Bluebird e Progetto Carciofo.

Leggi tutto...

La prostituzione è combattuta o dibattuta?

di Maddalena Celano

I tentativi per sdoganare il prossenetismo

È vero che il profilo delle persone che si prostituiscono è cambiato nelle nostre città, che le "prostitute nazionali" vengono sostituite da "prostitute straniere". Ma è anche vero che non tutte le straniere che si prostituiscono sono state trafficate, molte hanno accesso alla prostituzione perché viene presentata loro come unica strategia per sopravvivere con facilità (anche se non è mai così facile come viene loro raccontato) e guadagnare i denari necessari che consentano di accedere ai beni di consumo. In sintesi: da anni avanza un processo di “glamourizzazione” del fenomeno prostituente.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS