Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Aprite gli occhi, tendete le orecchie In evidenza

di Giandiego Marigo

Vengono addotte svariate spiegazioni all’aumento, molto sensibile, per il quarto quadrimestre 2020 per le bollette elettrica e gas. Un rialzo sensibile +15,6% per l'elettricità e +11,4% per il gas, un aumento che si sentirà, soprattutto per le famiglie numerose.

A questo unite la tassa (di fatto) sull'aria, ormai conclamata con l'obbligo dell'uso della mascherina che sembra ormai protrarsi nel tempo ed avrete un quadro di aggravio per le famiglie italiane, già provate da cautele scolastiche (a pagamento) obbligo di cura e diagnosi (a pagamento), mentre a disoccupazione sale alle stelle, le piccole aziende chiudono definitivamente, seguite a ruota da negozi e locali, Non è un bel quadro... ed è strano che il governo del paternalismo bonario-populista, non intervenga, mentre gli pseudo-progressisti tacciono.

In Lombardia si affida la diagnostica al privato “Non possiamo occuparci del cittadino comune” (cit. Assessore Gallera); si ritarda nell'acquisizione dei vaccini anti-influenzali restandone parzialmente sprovvisti, non solo per un'eventuale, folle, obbligo generalizzato, ma anche per i cronici di sempre.

E il governo dell'onestà, con i suoi componenti “democratici”, tace, riservandoci unicamente l'intenzione di agire con “pugno di ferro” contro i pazzi negazionisti, anti-mask.

Se tanto ci dà tanto l'esperienza del lockdown ci insegna che gli abusi diverranno norma, come abbiamo già visto.

Basta alzare gli occhi alla vicina Francia o alla Spagna, per vedere di cosa si stia parlando. Ormai sono quotidiane le lamentazioni di compagni libertari spagnoli e francesi che segnalano abusi al limite del golpe. Mentre, anche qui, gli pseudo-democratici continuano a tacere. Preferendo occuparsi delle dittature, presunte, centro/sud-americane e bielorusse.

Come già detto, proprio un bel quadro, ma prevedibile, basterebbe dire che i debiti in Europa si pagano persino prima di ricevere i prestiti. La Grecia insegna... e si pagano sempre!

L'assenza di un “rappresentante” vero del popolo e dei suoi bisogni si sente, sempre di più! I momenti di ribellione spontanei aumentano, anche con discreto successo, ma sono sin troppo spesso preda di abili strumentalizzatori professionisti (generalmente destrorsi), comunque senza una reale finalità verso un cambiamento di paradigma.

Ancora si vagheggia di “modificazioni” interne al sistema... Il populismo altera il senso stesso del potere popolare e della sovranità, coprendola di divagazioni nazionalistiche, sovraniste e follie d'ogni genere “in nome del popolo sovrano”.

In questo contesto si eleva ad avvocato del popolo, un rappresentante della neo-borghesia ultracapitalistica, mascherato da buon pastore (ricordiamo che le pecore hanno paura del lupo, ma vengono macellate, tosate e mangiate dal buon pastore).

L'aumento delle tariffe è “dentro” ad un progetto più ampio, che vede il capitalismo ultra-liberista appropriarsi dell'area dei beni comuni, dei diritti inalienabili, delle cose non vendibili. Oggi non solo mezzi di produzione, ma anche i loro supporti energetici. Il possesso dei rubinetti di erogazione dell'energia diviene prioritario. È di questi giorni la notizia che l'acqua, nonostante tutti i nostri inutili referendum, divenga una commodity e venga quotata con dei future, alla faccia del bene comune. Sempre con l'assoluto silenzio degli pseudo democratici.

Il Presidente Conte, con la cortese collaborazione di John Elkann (FCA) riesce a farci pagare anche l'aria, tanto dovrebbe bastarci (per altro è scientificamente provato che le mascherine chirurgiche non abbiano alcuna utilità, se non come deterrente psicologico).

Mentre si riaffacciano i guardiani dei balconi, già allenati dal lockdown, pronti a redarguire con lo sguardo e magari anche con il rimbrotto e la denuncia gli smascherati.

La delazione acquisisce dignità, ed anche questo è un pessimo segno.

Ho iniziato questa dissertazione con l'aumento delle tariffe per poi divagare, me ne rendo conto, ma il quadro è complessivo e come tale andrebbe osservato, posto che si voglia avere un quadro d'analisi reale.

Certo, tutto quanto rientra nella struttura del capitalismo, che normalmente, risolve i propri periodi di crisi con le guerre e che oggi decide che la modernità gli faccia preferire la guerra civile sottotraccia. È ovvio che visto dall'alto dell'analisi marxiana, tutto questo rientri nelle “regole del gioco”, ma esiste il risvolto umano di cui tenere debito conto.

La povertà, l'esclusione, l'aumento smisurato di chi si vede negare la cura. Il restringimento totale dello Stato Sociale, opportunamente coperto dall'emergenza, ormai stabilizzata e cronica. La disperazione di chi si vede derubato del proprio futuro, di chi ì vede sempre più restringersi le proprie possibilità di sopravvivenza.

Mentre il “rullo compressore” dell'NWO, (termine proibito?) schiaccia ogni cosa, preparando il nuovo mondo del super capitalismo rampante. Il Medioevo tecnologico è sempre più vicino… è già qui (mi si permetta questa divagazione da scrittore di fantascienza, ma questo sono).

Ultima modifica ilDomenica, 18 Ottobre 2020 06:55
Devi effettuare il login per inviare commenti