Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Citazioni dalle opere del presidente Mao Tse-Tung

di Mario Eustachio De Bellis

Il pensiero di Mao è poco compreso dai Comunisti e da chi vuole costruire una Società Socialista.

Si torna spesso agli scritti di Marx ed Engels o a Lenin e Stalin ma non si studia la filosofia dialettica di Mao che, rielaborando la Cultura e la Storia della Cina e dell'Occidente, ha dato un contributo politico alla Sinistra e all'intera Umanità per definire una Strategia e una Tattica chiara e precisa.

Mi limito a citare alcuni passi tratti soprattutto dalle "Opere Scelte" di Mao, pubblicate da diversi editori, che ebbe notevole rilevanza e influenza nel 1967-68 nel Movimento di ribellione degli Studenti in tutto il Mondo e in particolare in Cina nella mobilitazione della Grande Rivoluzione Culturale Proletaria. Si tratta del famoso LIBRETTO ROSSO che fu diffuso per combattere il Revisionismo Moderno, superare i limiti della Terza Internazionale e dare un'alternativa unitaria al Sistema di Potere Capitalista, Patriarcale e Imperialista dominante.

IL PARTITO COMUNISTA

Il nucleo dirigente della nostra causa è il Partito comunista cinese. La base teorica che guida il nostro pensiero è il marxismo-leninismo.                              Discorso d'apertura alla I sessione della I Assemblea popolare nazionale della Repubblica popolare cinese (15 settembre 1954).

Se si vuol fare la rivoluzione, ci deve essere un partito rivoluzionario. Senza un partito rivoluzionario, senza un partito che si basi sulla teoria rivoluzionaria marxista-leninista e sullo stile rivoluzionario marxista-leninista, è impossibile guidare la classe operaia e le larghe masse popolari a sconfiggere l'imperialismo e i suoi lacchè."Forze rivoluzionarie di tutto il mondo unitevi, combattete contro l'aggressione imperialista!" (Novembre 1948), Opere Scelte, Vol. IV.

Un partito disciplinato, armato della teoria marxista-leninista, che pratica l'autocritica ed è legato alle masse popolari; un esercito sotto la direzione di tale partito; un fronte unito di tutte le classi rivoluzionarie e di tutti i gruppi rivoluzionari sotto la direzione di tale partito; ecco le tre armi principali con le quali abbiamo sconfitto il nemico. "Sulla dittatura democratica popolare"  (30 giugno 1949), Opere Scelte, Vol. IV

Dobbiamo avere fiducia nelle masse; dobbiamo avere fiducia nel Partito. Questi sono due principi fondamentali. Se dubitiamo di questi principi non potremo realizzare niente. "Sul problema della cooperazione agricola" (31 luglio 1955)

Senza teoria rivoluzionaria, senza conoscenza della storia, senza una profonda comprensione del movimento nella sua realtà, nessun partito politico può guidare un grande movimento rivoluzionario alla vittoria. "Il ruolo del Partito comunista cinese nella guerra nazionale"  (Ottobre 1938), Opere Scelte, Vol. II.

Il nostro Partito ha stabilito la linea generale e la politica generale della rivoluzione cinese ha fissato diverse linee specifiche di lavoro e misure politiche particolari. Tuttavia, spesso avviene che molti compagni ricordano le linee specifiche di lavoro e le misure politiche particolari, ma dimenticano la linea generale e la politica generale del partito. In realtà, se le dimenticheremo, saremo dei rivoluzionari ciechi, dei mezzi rivoluzionari dalle idee confuse e, applicando una linea specifica di lavoro e misure politiche particolari, perderemo l'orientamento, oscilleremo ora a sinistra ora a destra, e il nostro lavoro ne soffrirà. "Discorso pronunciato a una conferenza di quadri della zona liberata Shansi-Suiyuan" (I aprile 1948), Opere Scelte, Vol. IV.

Politica e tattica sono la vita stessa del Partito; i compagni dirigenti a tutti i livelli devono prestare loro la più grande attenzione e mai, in nessun caso, mostrarsi negligenti a questo riguardo. "Circolare sulla situazione" (20 marzo 1948), opere Scelte, Vol. IV.

LE DONNE

Unitevi e partecipate alla produzione e all'attività politica per migliorare la condizione economica e politica delle donne.                                                       Iscrizione per il primo numero della rivista Donne della Nuova Cina (20 luglio 1949).

Per edificare una grande società socialista è della massima importanza mobilitare le grandi masse femminili nell'attività produttiva. Nella produzione uomini e donne devono ricevere uguale salario per uguale lavoro. Una vera uguaglianza tra i sessi può realizzarsi soltanto nel processo di trasformazione socialista dell'intera società. Nota introduttiva all'articolo: "Le donne sono entrate nel fronte del lavoro"  (1955).

LO STUDIO

Nell'imparare dagli altri si possono assumere due atteggiamenti diversi. L'uno, dogmatico, consiste nel prendere ogni cosa, convenga o no, alle nostre convinzioni. Questo atteggiamento non è buono. L'altro consiste nell'usare il cervello e imparare ciò che conviene alle nostre condizioni, cioè assimilare ogni esperienza che possa esserci utile. Questo è l'atteggiamento che dobbiamo assumere.                                                                                                  "Sulla giusta soluzione delle contraddizioni in seno al popolo" (27 febbraio 1957).

Se possediamo una giusta teoria, ma ci limitiamo a farne oggetto di conversazione e ad archiviarla senza metterla in pratica, allora questa teoria, per quanto buona, non ha alcuna importanza.                                                                                                                                                                "Sulla pratica"  (Luglio 1957), Opere Scelte, Vol. I.

Il sapere è scienza e non ammette la minima disonestà o presunzione. Esige invece proprio il contrario: onestà e modestia.                                              Ibidem

Queste brevi citazioni sono di insegnamento anche a noi oggi.                                                                                                                                   

Ultima modifica ilSabato, 20 Marzo 2021 10:36
Devi effettuare il login per inviare commenti