Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Cultura

Paulo Freire e la Psicosociopedagogia della Liberazione

di Maddalena Celano

Questo articolo mira a fare un'analisi relativamente completa del lavoro di Paulo Freire, inquadrandolo sia nel contesto sociopolitico che storico in cui ha operato, che non era altro che la realtà latinoamericana degli anni '60. In particolare si descrive la realtà brasiliana, come nel contesto ideologico, che è quello della pedagogia radicale e critica, cercando sempre di fare una sintesi tra cristianesimo e marxismo, sebbene includesse anche alcuni elementi importanti della tradizione anarchica o libertaria, nell'educazione. Si descrivono i componenti principali del progetto psicosocio-pedagogico di Freire (prassi, consapevolezza, coscientizzazione, ecc.) e il metodo specifico utilizzato. 

Leggi tutto...

Idealismo e materialismo

di Renato Gatti

Se io, dalle mele, pere, fragole, mandorle - reali - mi formo la rappresentazione generale "frutto", se vado oltre e immagino che il "frutto" - la mia rappresentazione astratta, ricavata dalle frutta reali - sia un'essenza esistente fuori di me, sia anzi l'essenza vera della pera, della mela, ecc., io dichiaro - con espressione speculativa - che "il frutto" è la "sostanza" della pera, della mela, della mandorla ecc. Io dico quindi che per la pera non è essenziale essere pera, che per la mela non è essenziale essere mela. L'essenziale, in queste cose, non sarebbe la loro esistenza reale, sensibilmente intuibile, ma l'essenza che io ho astratto da esse e ad esse ho attribuito.
Karl Marx (La sacra famiglia)

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

I 150 anni di Lenin

di Manuel Santoro

150 anni fa nasceva Lenin e il nostro compito teorico, politico e organizzativo non è solo ricordarlo ma realizzare il socialismo in quanto sistema di società basata sulla proprietà comune dei mezzi di produzione.

Leggi tutto...

Sull’accumulazione originaria

di Manuel Santoro

Da quando il sistema capitalista è emerso dalle ceneri del feudalesimo, il lavoratore si è trovato costretto a vendere la propria forza-lavoro alla classe dei capitalisti, ovvero alla classe dei proprietari dei mezzi di produzione e di sussistenza. Ma il lavoratore, l’operaio, vendendo la sua forza-lavoro, volta per volta, vende se stesso per un concordato periodo di tempo oppure per una determinata mansione in quanto la forza-lavoro si identifica con l’operaio stesso in quel frangente.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

A sud del fiume Bravo nei tempi del Covid-19 & Un mondo sovvertito

di Martha Alvarez 

A sud del fiume Bravo nei tempi del Covid-19

Le diseguaglianze sono la realtà, innegabile, costante, praticamente globalizzata. Mostrare le differenze plastiche della geografia urbana mediante fotografie scattate dall’alto grazie a un drone è il soggetto del fotografo Johnny Miller. Il risultato è sorprendente. Pero, è la verità paradossale, polemica, che plasma i conglomerati sociali, dove basta uno spartiacque per rendere evidente il divario dell’ingiustizia sociale, che si mostra il fattore comune, soprattutto al sud del rio Bravo.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

Il ritorno dei viandanti

di Martha Alvarez

A sud de rio Bravo la pandemia fa ripartire l’odissea di milioni di migranti e di turisti.

All’arrivo dei primi spagnoli, accolti con magnifici doni, si sono meravigliati di trovare una società dove l’ospitalità era importante. L’America si mostra subito come territorio accogliente socialmente e in grado di supplire ogni bisogno. Sono stati i popoli originari, pur disconoscendo i principi del Vangelo, sono stati a testimoniare la concretezza dei valori fondamentali dell’umanità nell’accoglienza, la pratica della solidarietà e l’affermazione del diritto alla esistenza.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

La diplomacia del aguacate

Por Martha Alvarez

Los principales y más constantes embajadores de la riqueza americana provienen de la agricultura. La variedad de frutas con sus colores, formas, sabores y aromas, está hecha para el placer de la humanidad.

De Colombia, los productos tradicionales como el café, el cacao y las flores han construido un camino diplomático. Ahora bajo el maravilloso telón de fondo de las postales de paisajes incontaminados, otros frutos quieren ofrecer a los pueblos de la aldea global un sabor de esperanza en erradicar el hambre y la desnutrición.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Esteri

Los Agricultores y la cuestión estratégica en tiempos de la pandemia

Por Martha Alvarez

En la mañana del 10 de abril de 2020, las familias colombianas se despertaron despreocupadas. No sintieron la necesidad de esperar el boletín de la Organización Mundial de la Salud (OMS), que informó para Colombia, un total de: 1,780 casos confirmados, 201 casos nuevos, 50 muertes totales, 4 muertes nuevas por transmisión local y otros datos. Datos provistos de mucho sentido pero sin alma. Las familias lloraban la muerte de sus seres queridos, otras sufrían los dolores del infierno para conocer el destino de los nuevos enfermos y de quienes estaban gravemente enfermos. La mayoría, en salud, pensaba automáticamente en vivir: comida, agua, servicios y ocupar el tiempo de la cuarentena.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Colombia en los tiempos del coronavirus. La escuela de la vida

Por Martha Alvarez

La campana que señalaba el final de una lección de ética acababa de sonar. El reloj marcava las tres de la tarde del 13 de marzo 2020. En Colombia los estudiantes asistieron normalmente a las escuelas de todos los grados y rincones sin imaginar que no regresarían después del fin de semana. La maestra todavía estaba en su escritorio organizando sus documentos lista para levantarse y salir del aula. Un pequeño grupo de chicas de noveno grado (en Italia, equivalente al primero superior) se acercó y comenzó un último diálogo surrealista con la enseñante.

Leggi tutto...

Capitalismo e misoginia: due facce della stessa medaglia

di Maddalena Celano

Unica soluzione: lotta di classe ed internazionalismo!

Vorrei citare Lenin, in un passo ripreso da un discorso effettuato durante il Congresso della Sezione Femminile dell'esercito proletario. Congresso, convocato dal Comitato Centrale del Partito Comunista Russo, cui hanno partecipato oltre 1.000 delegate. Il congresso approvò la politica estera del governo sovietico e invitò tutte le donne lavoratrici e contadine a sostenerla e difenderla. Questo congresso segnò l'inizio di un lavoro diffuso, da parte del partito, tra le donne e per le donne lavoratrici e contadine.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS