Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

  • Pubblicato in Sociale

Una riflessione sull'utilità del Fronte Socialista

di Giandiego Marigo

Convergenza Socialista ha lanciato un appello alla costituzione di un Fronte Socialista, questa perorazione ha molteplici ragioni, molte delle quali evidenti ed immediatamente comprensibili. Altre facenti parte di un percorso di analisi e crescita, altre ancora frutto dell'esperienza condivisa del Forum delle Forze Progressiste Europee.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Socialisti per l'Europa

di Renato Gatti

L’analisi

Mundell nel 1961 individuò tre condizioni affinchè si potesse realizzare con successo un processo di unificazione monetaria, ovvero la realizzazione di un Area Valutaria Ottimale AVO. Analizzando l’area euro possiamo verificare la presenza o meno dei tre criteri indicati da Mundell:

Leggi tutto...

La retta via

di Manuel Santoro

La retta via è nel socialismo in quanto alternativa di società. Alternativa di sistema, strutturale, che si pone il problema di una nuova organizzazione della società partendo dai processi economici e produttivi, i rapporti tra classi e all’interno delle classi, e il completo superamento del sistema economico capitalista.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Guardare alle intenzioni, leggere fra le righe

di Giandiego Marigo

Non sono un avvocato, né un giurista ed ancor meno un costituzionalista. Non sono nè un professore né un cattedratico, sono solo uno scribacchino ed un poeta di strada ... forse, ma d'altra parte se il pensare e l'avere delle idee fosse riservato a chi possa esibire attestati o a chi abbia accettato la loro cultura alta, saremmo in un mondo persino più triste di quel che già è.

Leggi tutto...

I conti della flat tax

di Renato Gatti

Ho comparato le dichiarazioni di 8 contribuenti per il 2017 con l’imposizione derivante dall’applicazione della flat tax. Naturalmente mentre conosco benissimo le modalità di imposizione vigente, per la flat tax ho considerato l’ultima versione nota, ovvero: due aliquote 15% fino a 80.000 euro, 20% oltre gli 80.000; deduzioni dall’imponibile di 3.000 € per ogni componente familiare per redditi fino a 35.000€, 3.000 per ogni persona a carico fra 35.000 a 50.000€, nessuna deduzione oltre i 50.000€.

Leggi tutto...

Sì ad un Fronte Socialista

di Manuel Santoro

Sì ad un Fronte Socialista per una Italia ed una Europa socialista. Per una revisione profonda dei Trattati Europei, per una Europa finalmente politica e sociale. Contro il liberismo e per il superamento del sistema economico capitalista.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Non solo casa

di Giandiego Marigo

Se , saltuariamente ci chiedessimo cosa significhi “abitare” e quale connessione questo verbo abbia con il “vivere e con l'essere felici”, ma soprattutto quanto esso s' intersechi, annodandosi con quelli che definiamo, pomposamente “Diritti Umani” … forse riusciremmo a vedere con maggiore chiarezza quanto questo sistema sia iniquo e lontano da qualsiasi ideale.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Economia

Europa e socialismo

di Renato Gatti

  1. La mia prima scelta è di stare in Europa. In una economia mondiale che si sta, o forse lo ha già fatto, organizzando a livello di continenti, pensare ad una Italia fuori dall’Europa con le sue debolezze, le sue incapacità, la sua inconsistenza, mi fa schierare per una soluzione che persista in una Europa unita e da rafforzare. Lo slogan “prima gli italiani”, che con scarsa fantasia scimmiotta l’”America first” di Trump, individua la debolezza del paese ai “non italiani” da cui dovremmo difenderci, nascondendo il fatto, che considero più avanti, che la debolezza nasce prima che da altri, da noi, solo da noi (vedasi l’andamento dei nostri indici di produttività, non certo esaltati dalla piccola impresa osannata dalla Lega).
Leggi tutto...

Sovranismo e populismo non sono il socialismo

di Manuel Santoro

La reazione al globalismo elitario, al transnazionalismo del grande capitale era certamente doverosa e auspicabile ma purtroppo si è avviata su un percorso alquanto pericoloso per gli effetti che nell’immediato futuro andremo a testimoniare. La reazione alla furia del capitale e alle crisi di sistema si sta traducendo in Europa in una sorta di revival del nazionalismo, in certi casi, e di un più confuso sovranismo di stampo populista che semina nelle ferite causate dalla ferocia del liberismo globale e raccoglie consensi di pancia e non di testa.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS