Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Il socialismo internazionalista contro il liberismo globalista e il liberismo sovranista

di Manuel Santoro

Nel nostro mondo attuale, attraversato da forti pulsioni sovraniste e da una ancora viva reazione globalista, è assolutamente importante soffermarsi e porre l’accento su entrambi i termini: socialismo ed internazionalismo. Non esiste l’uno senza l’altro. Nell'intervento di qualche settimana fa, sempre su questa rivista, avevamo rimarcato il forte nesso tra le due parole e dicevamo che il capitalismo era internazionale esattamente come lo era la classe dei lavoratori, il proletariato. La borghesia e il proletariato condividevano quindi la stessa dimensione ‘internazionale’ la quale presuppone rapporti e relazioni di classe tra le diverse nazioni. L’internazionalismo della classe presuppone che una classe sociale interagisca con la stessa di altre nazioni con normali relazioni e rapporti, con regole e accordi discussi e condivisi.

Leggi tutto...

Sull’internazionalismo socialista

di Manuel Santoro

Nelle prime righe del Manifesto del Partito Comunista, Marx ed Engels dichiaravano che la storia di ogni società è storia di lotte di classe, una lotta tra uomo libero e schiavo, tra patrizio e plebeo. Una lotta tra oppressori e oppressi. O si è oppressori, o si è oppressi. Entrambi avevano compreso la graduale e costante polarizzazione dei due campi, i quali venivano indicati, nel documento destinato alla Lega dei Comunisti, come borghesia e proletariato. Useremo anche noi questi due termini nel corso dell’intervento.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS