Il sito-web della teoria marxista-leninista
Organo teorico della Scuola Rossa

Programma di lotta

Prima le operaie e gli operai, le lavoratrici e i lavoratori salariati: verso il Socialismo

L’obiettivo primario è arrivare alla società socialista e allo Stato socialista. In questa fase, all’interno della società capitalistica e dello Stato capitalistico, è necessario usare la tattica e le proposte di programma per supportare lavoratrici e lavoratori, poiché la classe operaia, lavoratrice salariata è una classe sociale che sale.

Quali sono gli interessi delle operaie e degli operai? E, di conseguenza, quali sono i punti di programma immediati che accolgono gli interessi materiali della classe operaia?

Programma immediato. I lavoratori richiedono:

  • 1. Aumento sostenuto del salario, dello stipendio, della retribuzione netta;
  • 2. Riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario iniziando dalle 30 ore settimanali;  
  • 3. Azzeramento della disparità salariale a parità di mansione lavorativa/monte ore;
  • 4. Riduzione dell’età pensionabile - a 60 anni per operaie e operai;
  • 5. Italia fuori dalla NATO;
  • 6. Italia fuori dall'Unione Europea.

Questo è il programma immediato che risponde a necessità, richieste immediate delle lavoratrici e dei lavoratori.

Al programma immediato, segue il nostro programma minimo, sempre nell’interesse materiale della classe operaia, lavoratrice salariata.

Programma minimo. I lavoratori richiedono:

  • 1. La cassa integrazione deve essere garantita a tutte le lavoratrici e i lavoratori in difficoltà;
  • 2. Nessun lavoratore deve rimanere fuori dal lavoro poiché una lavoratrice oppure un lavoratore licenziato significa mettere in grave difficoltà una intera famiglia;
  • 3. Le lavoratrici e i lavoratori salariati, le operaie e gli operai devono essere parte fondamentale della gestione aziendale;
  • 4. Sosteniamo concretamente lavoratrici e lavoratori puntando su tutti gli strumenti che lo Stato deve garantire gratuitamente proprio per evitare periodi di disoccupazione: istruzione, formazione di base, inserimento al lavoro, riqualificazione;
  • 5. Abolizione della Fornero e aumento sostanziale della pensione;
  • 6. Elaborazione di un piano industriale quinquennale ecologicamente compatibile;
  • 7. Togliamo dalle mani dei privati, dei padroni tutto quello che è di pubblica utilità: il sistema bancario, la grande industria, le risorse naturali, beni e servizi di base: sanità, istruzione, elettricità, gas, acqua, ambiente, ecc.;
  • 8. Equiparazione dei salari/stipendi dei parlamentari e di qualsiasi funzionario delle istituzioni rappresentative al salario medio della classe operaia.
  • 9. Italia dentro i BRICS

Tutto ciò rimane necessario sino a quando saremo incatenati nei rapporti sociali di produzione capitalistici. Ma il nostro obiettivo strategico rimane il socialismo, ovvero rapporti sociali di produzione basati sulla proprietà comune dei mezzi di produzione. Il programma massimo, quindi.

Programma massimo. Gli operai, i lavoratori salariati devono lavorare verso i seguenti punti con la guida del partito, avanguardia della classe operaia:

  • 1. Rivoluzione socialista;
  • 2. Presa del potere politico da parte della classe operaia;
  • 3. Instaurazione della dittatura del proletariato per la costruzione economica del socialismo;
  • 4. Avere l’obiettivo del raggiungimento della società senza classi sociali.