Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Il riformismo è un falso socialismo

di Manuel Santoro

Riprendiamo gli insegnamenti di Marx ed Engels, i quali sono stati dimenticati poiché il socialismo si è, da lunghi decenni, corrotto con deformazioni revisioniste e opportunitiche. Sin dai tempi di Bernstein, il socialismo ha perso di vista l’obiettivo politico di trasformare la società arrivando alla società socialista.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

L'origine della famiglia, della proprieta privata e dello Stato. La famiglia. Parte III

di Friedrich Engels

Westermarck prende certamente le mosse dall'opinione che «assenza di norme implica la compressione delle tendenze individuali» così che «la prostituzione è la forma più autentica di essa». Mi sembra invece che ogni intelligenza delle condizioni primitive rimanga impossibile finché si guardano attraverso le lenti del bordello. Torneremo ancora su questo punto, parlando del matrimonio di gruppo.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

L'origine della famiglia, della proprieta privata e dello Stato. La famiglia. Parte II

di Friedrich Engels

Quello stadio primitivo della società, nel caso che sia veramente esistito, appartiene a un'epoca così lontana che noi difficilmente possiamo aspettarci di trovare tra i fossili sociali — i selvaggi ancora esistenti — dirette testimonianze della sua passata esistenza. Il merito di Bachofen consiste appunto nell'aver posto questa questione in primo piano nella sua indagine.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

Lavoro salariato e capitale. Parte III

di Karl Marx

Il capitale consta di materie prime, di strumenti di lavoro e di mezzi di sussistenza d’ogni genere, che vengono impiegati per la produzione di nuove materie prime, di nuovi strumenti di lavoro, di nuovi mezzi di sussistenza. Tutte queste sue parti costitutive sono creazioni del lavoro, prodotti del lavoro, lavoro accumulato. Il capitale è lavoro accumulato che serve come mezzo per una nuova produzione.

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Cultura

Che fare? – I. Dogmatismo e “libertà di critica”

di Vladimir Lenin

d) Engels e l’importanza della lotta teorica

"Il dogmatismo, il dottrinarismo", "la fossilizzazione del partito sono il castigo inevitabile della violenta compressione del pensiero": ecco i nemici contro i quali scendono in lizza i campioni della "libertà di critica" del Raboceie Dielo. Siamo felicissimi che tale questione sia stata posta all’ordine del giorno; ma proporremmo di completarla con la seguente:

Chi sono i giudici?

Leggi tutto...
  • Pubblicato in Sociale

Il gioco di alcune buone ragioni

di Giandiego Marigo

(Userò spesso il noi in questa dissertazione non perchè io mi ritenga degno di un plurale maiestatis, ma perchè ritengo di interpretare, e spero di farlo degnamente, il pensiero di molti)

Il pensiero della destra mondiale: perchè esiste un pensiero liberal-conservatore che sottende anche le sue caratteristiche più brutali, si fonda, almeno, su due colonne portanti: da una parte, un percorso filosofico preciso che nasce dalle asserzioni, per altro tramandate e molto tradotte e ritradotte, platoniche ed aristoteliche.

Il mito dell'egoismo umano, dell'impossibilità materiale di superare la natura umana che tende all'aggressività ed alla competizione, la naturale stratificazione darwiniana dell'umanità, la presa in carico del “bene comune” dei pochi, dei migliori, dei potenti per sacra unzione divina.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS