Rivista aperiodica teorica del Socialismo
Organo politico di Convergenza Socialista

Convergenza Socialista entra nel Partito della Sinistra Europea. Prospettive per le elezioni europee

Comunicato stampa e alcune considerazioni di Manuel Santoro

"Convergenza Socialista, soggetto politico aderente al 'Forum europeo delle forze progressiste' e firmatario della chiamata al primo Forum di Marsiglia, ha lavorato in questi anni con tenacia all’emersione di una rinnovata coscienza socialista, classista, mettendo in campo non solo un chiaro risveglio teorico del socialismo di classe, ma avviando una rivista dedicata, dal nome coraggioso come L’Ideologia Socialista, con l'obiettico di riportare in superficie idee, concetti, riflessioni dimenticate da tempo. Un approccio, il nostro, non solo teorico bensì politico e programmatico. Strutturale. Come diceva Lenin: “o ideologia borghese o ideologia socialista. Non c'è via di mezzo”.

Leggi tutto...

La nostra missione: riportare il socialismo sul terreno della lotta di classe

di Manuel Santoro

Riprendo in questo editoriale un passaggio importante che definisce chiaramente la missione politica di Convergenza Socialista, ovvero “riportare il socialismo a casa”. Cosa si intende per casa? Quale casa? Tutto è stato ampliamente detto nel nostro Manifesto del Socialismo ma penso sia importante in questo intervento enfatizzare la funzione storica del lavoro della nostra organizzazione politica.

Leggi tutto...

Dal consumismo al conservismo

di Manuel Santoro

Karl Marx nel ‘57 scriveva che “ogni produzione è appropriazione della natura da parte dell’individuo all’interno e per mezzo di una determinata forma sociale”. La proprietà (e l’appropriarsi) è una condizione della produzione.” Non esiste, quindi, produzione senza proprietà, sia essa privata o comune, e non esiste produzione senza consumo poiché produzione è immediatamente consumo, così come il consumo è immediatamente produzione. Ciò significa che l’appropriazione della natura per la produzione e, quindi, per il consumo può essere più o meno invasiva e distruttiva per la natura stessa a seconda del tipo di proprietà, e responsabilità, della produzione stessa.

Leggi tutto...

Il socialismo vive di coscienza e lotta di classe

di Manuel Santoro

Grazie a questa rivista riportiamo il socialismo a casa.

Nell’autunno dello stesso anno in cui moriva Friedrich Engels, Lenin scrisse il suo articolo biografico sul grande socialista aprendolo con alcuni concetti chiari che ribadiscono come “nella loro opera scientifica Marx ed Engels furono i primi a spiegare che il socialismo non è un'invenzione da sognatori, ma lo scopo finale ed il risultato necessario dello sviluppo delle forze produttive della società moderna. Tutti ora sono consci del fatto che la storia fino ad oggi è stata la storia della lotta delle classi, della successione dei ruoli e della vittoria di alcune classi sociali su altre...Ed ogni lotta di classe è una lotta politica.

Leggi tutto...

Transizione al socialismo oppure regressione alla barbarie

di Manuel Santoro

La nostra Rosa una volta ci ammonì e ci avvisò con il suo “Socialismo o barbarie”. E la stessa Rosa ci spiegò di aver attribuito il concetto a uno dei fondatori del socialismo moderno, ovvero a Friedrich Engels, il quale spiegò un concetto semplice ed immediato, che è base del nostro lavoro politico, ovvero `la società borghese si trova ad un bivio, o la transizione al socialismo o la regressione alla barbarie

Leggi tutto...

Sul superamento delle barriere storico-ideologiche tra socialismo e comunismo

di Manuel Santoro

Il Socialismo Largo Organizzato, per essere costruito, implica l’eliminazione delle incrostazioni storico-ideologiche tra socialismo e comunismo. Questa rivista e il partito della Convergenza Socialista, da subito, hanno rivendicato la necessità di una rifondazione del socialismo inteso in senso largo, di classe, in cui le differenze in effetti non esistono. Ciò, in effetti, dipende da cosa si intende per socialismo.

Leggi tutto...

Il socialismo internazionalista contro il liberismo globalista e il liberismo sovranista

di Manuel Santoro

Nel nostro mondo attuale, attraversato da forti pulsioni sovraniste e da una ancora viva reazione globalista, è assolutamente importante soffermarsi e porre l’accento su entrambi i termini: socialismo ed internazionalismo. Non esiste l’uno senza l’altro. Nell'intervento di qualche settimana fa, sempre su questa rivista, avevamo rimarcato il forte nesso tra le due parole e dicevamo che il capitalismo era internazionale esattamente come lo era la classe dei lavoratori, il proletariato. La borghesia e il proletariato condividevano quindi la stessa dimensione ‘internazionale’ la quale presuppone rapporti e relazioni di classe tra le diverse nazioni. L’internazionalismo della classe presuppone che una classe sociale interagisca con la stessa di altre nazioni con normali relazioni e rapporti, con regole e accordi discussi e condivisi.

Leggi tutto...

Il socialista è sia riformatore che rivoluzionario

di Manuel Santoro

Riforma e rivoluzione sono gli strumenti del partito per arrivare al socialismo

Dobbiamo chiarirci su alcuni termini da usare. Alcuni, leggendo gli editoriali, gli scritti che regolarmente vengono pubblicati su questa rivista, ritengono che parole come ‘proletariato' e ‘borghesia' siano ormai antiquati. Forse lo sono, ma lo sono in modo direttamente proporzionale alla sconfitta culturale del socialismo. Almeno sino ad oggi. Coloro che mi rimproverano l’uso di terminologia, per lor signori, antiquata forse hanno le stesse timidezze quando devono citare altre espressioni quali ‘lavoratori’, 'lotta di classe, 'coscienza di classe'.

Leggi tutto...

Per ricominciare prendiamo esempio dal passato per riformulare il futuro...evitando gli errori

di Manuel Santoro

Anno 1892. Nasce a Genova il Partito dei Lavoratori Italiani che fonde in sé l’esperienza del Partito Operaio Italiano (nato nel 1882 a Milano), della Lega Socialista Milanese (d’ispirazione riformista, fondata nel 1889 per iniziativa di Filippo Turati) e di molte leghe e movimenti italiani che si rifanno al socialismo di ispirazione marxista.

[1] Il Partito dei lavoratori italiani si caratterizzava per tre punti chiave di chiara derivazione marxista: 1) la lotta di classe; 2) la socializzazione dei mezzi di produzione; 3) la costituzione di un partito di classe.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS